Bloccato in ferrata dalla neve e dal buio, poi scoppia anche il temporale

Difficili operazioni di recupero per un alpinista in solitaria sul Carega

Recuperato di notte dopo essere rimasto bloccato in quota dalla neve e dal buio. Si sono concluse nel migliore dei modi le operazioni di soccorso per un escursionista veneto sul sentiero attrezzato Pojesi, nel gruppo del Carega. E' stato lui stesso a chiamare il 112, verso le 22.30 di domenica 17 maggio, dopo aver capito che proseguire in autonomia era impossibile. 

La nebbia ed il temporale non hanno però reso possibile il decollo dell'elicottero. Una squadra di terra della Stazione del Soccorso Alpino di Ala è quindi partita in auto verso il rifugio passo Pertica per poi risalire dal sentiero verso cima Costa Media insieme a un'altra squadra del Soccorso Alpino e Speleologico Veneto. Verso le 2 le condizioni meteo sono migliorate consentendo all'elicottero di alzarsi in volo e di concludere l'intervento con il recupero dell'escursionista tramite verricello. L'uomo è stato recuperato illeso, non è stato necessario il ricovero in ospedale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

Torna su
TrentoToday è in caricamento