rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Piazza Dante

Fondazione Mach: la Commissione boccia Berti per possibile conflitto d'interessi

Mancano i requisiti scientifici e ci sarebbe anche un conflitto d'interessi per la candidatura di Andrea berti, presidente del Codipra, alla guida della Fondazione Edmund Mach. Con queste motivazioni la prima commissione ha dato parere negativo, con l'auspicio che venga rispettato: "altrimenti sarebbe un problema istituzionale"

Mancano i requisiti scientifici necessari e potrebbe esserci anche un conflitto d'interessi per Andrea Berti, pèresidente del Codipra, come candidato alla presidenza della Fondazione Edmund mach. E' questo il parere della prima commissione consiliare che ha "bocciato" oggi il nome proposto da Ugo Rossi alla guida della fondazione di ricerca di san michele all'Adige.

A sottolineare l'incompatibilità tra i due ruoli (il Codipra è il consorzio per la gestione degli indennizzi ai produttori agricoli in caso di grandine e calamità) è stato Luca Zeni (PD) mentre Mattia Civico (PD) e Maurizio Fugatti (LN) hanno ricordato come già una volta il parere della commissione sia stato poi scavalcato dalla Giunta, quando nonostante il parere negativo venne nominato alla presidenta del Centro S. Chiara Ivo Gabrielli.

"Se la cosa dovesse ripetersi - ha detto Civico - emergerebbe un problema di rapporti istituzionali". Di simile avviso Fugatti: "Inutile riunirsi se poi il parere non ha il giusto peso per la Giunta". Infine Walter Kaswalder (PATT) ha auspicato che il nuovo presidente sia almeno trentino. Requisiti scientifici permettendo. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione Mach: la Commissione boccia Berti per possibile conflitto d'interessi

TrentoToday è in caricamento