rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Centro storico / Piazza Dante Aligheri

Barriera al Brennero, Alfano incontra il ministro degli esteri austriaco

L'Austria pronta a far partire i lavori per la costruzione della barriera se l'Italia non consentirà ai poliziotti austriaci di salire sui treni già in Italia per fare i loro controlli. Renzi: "Chiusura contro regole Ue"

Incontro delicato oggi pomeriggio tra i ministri degli esteri di Italia e Austria Angelino Alfano e Wolfgang Sobotka. Al centro dei colloqui ci sarà la barriera che Vienna ha già iniziato a costruire, ma soprattutto la richiesta dell'Austria di poter eseguire i controlli preventivi a Fortezza, in territorio italiano.

Se Roma non consentirà ai poliziotti austriaci di salire sui treni già in Italia per fare i loro controlli contro l'ingresso di migranti, la frontiera sarà blindata : "Non sarà un muro e non ci sarà filo spinato - ha detto il capo della polizia della regione del Tirolo Helmut Tomac - ma sarà una recinzione per incanalare gli eventuali flussi di migranti".

Immediato l'altolà del premier Matteo Renzi: "L'ipotesi di chiudere il Brennero è sfacciatamente contro le regole europee, oltre che contro la storia, contro la logica e contro il futuro".

Esclusa anche la possibilità che siano i poliziotti austriaci ad effettuare verifiche sui convogli che entrano nel nostro Paese. Del resto è il trattato di Schengen ad impedire questo tipo di attività e l’Italia non intende retrocedere, proprio perché difende quell’intesa e chiede invece la revisione dell’accordo di Dublino affinché si preveda che chi richiede asilo non sia più obbligato a farlo nello Stato di primo ingresso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barriera al Brennero, Alfano incontra il ministro degli esteri austriaco

TrentoToday è in caricamento