Susanne Raweh: la bambina sopravvissuta alla Shoah, a Trento per ricordare

La bambina sopravvissuta all'orrore della Shoah, oggi nonna e testimone di quella tragedia, sarà a Trento per incontrare gli alunni delle scuole primarie ma anche per un incontro pubblico mercoledì 15 gennaio alla sala della Fondazione Caritro

Sarà a Trento da lunedì 13 gennaio, per quattro giorni incontrerà gli alunni delle scuole primarie per raccontare la sua storia. Bambini com'era lei, Susanne Raweh, all'epoca dei campi di sterminio, deportata dalla sua città natale, Torino, . Sopravvissuta a quella tragedia la Raweh ha dedicato la sua vita al ricordo ed all'insegnamento, perchè ciò che è successo non succeda mai più: ha lavorato come psicologa in Israele al fianco dei sopravvissuti ed ha scritto alcuni libri dedicati a quella tragica esperienza, tra cui il recente "Storia di una nonna bambina" rivolto ai più piccoli. Oltre ad incontrare loro nelle scuole, Susanne Raweh parlerà in un incontro pubblico, libero e rivolto a tutta la cittadinanza, che si terrà presso la sala della fondazione Caritro in via Calepina a Trento il 15 gennaio alle ore 20.45.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

Torna su
TrentoToday è in caricamento