menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Licenziata dall'area di servizio per avere accettato una mancia

La donna, una sessantenne residente a Lavis, attraverso il suo avvocato ha presentato ricorso al giudice del lavoro di Trento per ottenere il reintegro, le mensilità perdute e i danni dopo aver perso il lavoro

Per aver accettato le mance dai clienti di un'area di servizio dell'Autostrada del Brennero, un'addetta alla pulizia dei bagni è stata licenziata.

La donna, una sessantenne residente a Lavis, attraverso il suo avvocato ha presentato ricorso al giudice del lavoro di Trento per ottenere il reintegro, le mensilità perdute e i danni.
 
Nel ricorso si sostiene che le mance non sono mai state chieste e il fatto di concederle è ormai diventata consuetudine che, in quanto fonte di diritto, non può essere annullata dal divieto contenuto nella lettera di assunzione. 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Palazzo del Diavolo a Trento: ecco la leggenda

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento