Rapine a Martignano ed in via Fersina: il Questore aumenta i controlli

Aumento dei servizi di prevenzione delle volanti e del Reparto anti-crimine, visti i fatti recenti

Furti e rapine a Trento: il Questore aumenta le pattuglie. La notizia è contenuta in un comunicato della Questura nel quale si riferisce di un aumento "dei servizi di prevenzione a mezzo della Squadra Volante e del Reparto Prevenzione Crimine" anche a seguito delle rapine avvenute recentemente in via Fersina ed a Martignano, entrambe in prossimità di parchi pubblici, e della serie di furti in auto avvenuti nel parcheggio del rifugio Campel e, ancora, in via Fersina. 

In via Fersina madre e figlia sono state minacciate con il coltello da uno sconosciuto che chiedeva denaro. Ancora più violenta la tentata rapina a Martignano dove due individui con il volto coperto hanno sfondato il finestrino di un'auto strattonando una ragazza che era all'interno insieme ad un amico per poi puntarle contro una pistola, non si sa se vera o finta, ed infine dileguarsi a mani vuote.

"Il Questore - si legge nella nota - viste anche le recenti rapine avvenute in via Fersina ai danni di due donne e quella di Martignano, ha disposto un aumento dei servizi di prevenzione sia nei parchi pubblici, sia nelle vie limitrofe al palazzetto dello sport di via Fersina, affinché i cittadini, in concomitanza con gli eventi sportivi, possano godersi le gare il più serenamente possibile. Nello stesso contesto ha stabilito l'aumento da parte della Squadra Mobile delle attività investigative destinate a contrastare il fenomeno dei reati contro il patrimonio ed in particolare dei furti in appartamento e le rapine avvenute recentemente sulla collina di Trento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre allla prevenzione anche il buon esito delle attività di indagine che può concorrere alla repressione dei reati predatori: "La Squadra Mobile,  a seguito dei tre arresti del 23 dicembre, è riuscita ad individuare 20 furti avvenuti in città e nella provincia di Trento e ad addebitarli alla banda arrestata alla vigilia di Natale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porfido, armi, voto di scambio: le mani della 'ndrangheta sulle cave in Trentino

  • Roveré della Luna, Vigile del Fuoco muore a 43 anni con il coronavirus

  • Il Comune ha deciso: niente Mercatini di Natale

  • Coronavirus, due morti in Trentino: non anziani ma adulti con altre patologie

  • Bollettino coronavirus: altri 111 nuovi casi, oggi tutti con tampone

  • Via Brennero: arrivano i semafori intelligenti che fanno le multe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento