rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Centro storico / Piazza Dante

Archivi storici online: accordo tra Provincia e Ministero della Cultura

Importante accordo tra la Provincia di Trento ed il Ministero della Cultura per il caricamento online nel sistema nazionale degli archivi storici trentini, già digitalizzati 10 anni fa dalla Soprintendenza ai Beni Culturali

Su proposta dell'assessore alla cultura Tiziano Mellarini, la Giunta provinciale ha approvato lo schema di convenzione con il Ministero per i beni e le attività culturali che disciplina i rapporti tra le due istituzioni. La convenzione, che ha una durata di nove anni, sarà firmata dal dirigente del Dipartimento provinciale  competente in materia di cultura.

Da quasi dieci anni la Soprintendenza per i Beni culturali della Provincia autonoma di Trento si è dotata di una banca dati, funzionante via web, per l’inventariazione e la schedatura del patrimonio archivistico trentino: il Sistema informativo degli Archivi storici del Trentino – AST. Ad oggi il sistema ospita oltre 600 progetti, per un totale di circa 520.000 record; di questi, circa 400 inventari e 230.000 record sono consultabili dagli utenti nelle pagine del portale Trentinocultura all’indirizzo www.culturatrentino.net/archivistorici, attivo dal 2013.

Per la stesura del testo di convenzione approvato oggi, risalgono al 2012 i contatti tra la Soprintendenza per i Beni culturali e l’Istituto Centrale per gli Archivi – ICAR, struttura tecnica del Ministero per i beni e le attività culturali che cura la gestione, manutenzione e sviluppo del Sistema Archivistico Nazionale – SAN. In particolare si doveva regolare il trasferimento dei dati dal sistema provinciale a quello nazionale e, parallelamente, elaborare gli strumenti informatici necessari per l’esportazione delle schede dal sistema provinciale a quello nazionale, definendo inoltre le procedure operative per lo scambio e la validazione dei dati.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Archivi storici online: accordo tra Provincia e Ministero della Cultura

TrentoToday è in caricamento