Cronaca Villazzano / san rocco

Aquila malata trovata sul Brenta, dopo le cure al Centro Fauna sarà liberata

Avvistata nel Parco Adamello-Brenta qualche giorno fa, l'aquila è stata trasportata al Centro di San Rocco, a Trento, per una cura antibatterica

E' stata trovata alcuni giorni fa in Valchestria, nelle montagne del Parco Naturale Adamello Brenta, e vi farà ritorno tra una decina di giorni,l'aquila reale ospitata presso  il Centro Recupero Fauna Selvatica di San Rocco, a Trento. Due ricercatori del Parco, Michele Zeni e Laura Nave, hanno raccolto l'appello di un escursionista che aveva notato l'animale, apparentemente ferito. L'aquila, stancamente, tentava di prendere il volo senza riuscirvi.

Grazie alle analisi svolte al Centro Fauna si è scoperto che aveva in realtà un'infezione batterica ad un artiglio della zampa. L'infezione le ha impedito di cacciare, e quindi di nutrirsi, indebolendola fino a non permetterle  più di  volare, cosa che l'avrebbe condannata a morte certa. Ora si trova in cura antibatterica a San Rocco e conn tutta probabilità verrà liberata sulle montagne dove è stata trovata, tra una decina di giorni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aquila malata trovata sul Brenta, dopo le cure al Centro Fauna sarà liberata

TrentoToday è in caricamento