Domenica, 14 Luglio 2024
Il personaggio

La Tass lo conferma: Bertolini è cittadino russo

Il foreign fighter di Rovereto arrestato aveva combattuto in Donbass con le milizie filorusse

Anche se le origini sono roveretane, oggi Alessandro Bertolini, il foreign fighter arrestato al suo rientro in Italia lo scorso 29 giugno dopo aver combattuto in Donbass con le milizie filorusse, è un cittadino russo.

Che cosa sappiamo del foreign fighter Alessandro Bertolini

A riferirlo è l’agenzia di stampa russa Tass, che ha illustrato come Bertolini abbia ottenuto la cittadinanza nel 2021; a tal proposito, il consolato generale della Russia a Milano ha chiesto incontrare in carcere Bertolini. L’ipotesi è di un faccia a faccia nella settimana che sta per cominciare.

L’accusa

Bertolini è accusato di aver partecipato ad azioni, preordinate e violente, dirette a mutare l'ordine costituzionale o a violare l'integrità territoriale dell'Ucraina, stato estero di cui non era né cittadino né stabilmente residente, senza far parte delle forze armate di alcuna delle parti in conflitto.

Secondo la Tass, il 29enne originario di Rovereto arrestato a Malpensa, ha fatto la sua prima esperienza nel Donbass nel 2014; sette anni dopo è diventato cittadino russo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Tass lo conferma: Bertolini è cittadino russo
TrentoToday è in caricamento