Acli, già diecimila firme raccolte contro i vitalizi

Obiettivo promuovere un disegno di legge di iniziativa popolare per la riduzione dei privilegi dei politici. La stima è quella di un risparmio per le casse della Regione di 5 milioni 240 mila euro l’anno che andranno a costituire un Fondo per il sostegno alle famiglie e ai giovani in cerca di occupazione

Prosegue la raccolta firme promossa dalle Acli trentine a sostegno di un disegno di legge di iniziativa popolare che punti a ridurre i privilegi dei politici. L’obiettivo è un risparmio per le casse della Regione di 5 milioni 240 mila euro l’anno che andranno a costituire un Fondo per il sostegno alle famiglie e ai giovani in cerca di occupazione. Fino a mercoledì 18 novembre dalle 9 alle 13 alla sede delle Acli di via Roma a Trento sarà possibile sottoscrivere la petizione. Per sostenere la legge servivano almeno 4 mila firme. Obiettivo largamente superato dal momento che da agosto le sottoscrizioni raccolte sono più di diecimila. Sabato 21 novembre inizierà una campagna di raccolta firme nelle piazze di Trento, Rovereto e Pergine che continuerà per tutto il mese di dicembre.

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento