Cronaca

Cavedine, i resti umani trovati nel lago sono di un uomo? Proseguono le indagini

Proseguono le indagini sulla misteriosa scoperta di domenica 20 settembre nel lago di Cavedine, si attende la relazione del medico legale

Prima svolta alle indagini sulla misteriosa e macabra scoperta dei resti umani nel lago di Cavedine di domenica 20 settembre. Da quanto emerso nelle ultime ore, pare che si tratti dei resti del corpo di un uomo.

Inoltre, dall'autopsia richiesta dal Pm (Pubblico Ministero) Alessandra Liverani sarebbero emersi altri dettagli importanti. Pare infatti che il corpo fosse in acqua da circa tre mesi, ma solo la relazione del medico legale che ha effettuato l'autopsia potrà chiarire i dubbi e per queste risposte si potrebbe attendere anche un mese.

Durante l'autopsia eseguita mercoledì 23 settembre nelle camere mortuarie del cimitero di Trento, sono stati asportati dei campioni di ossa e inviati ai Ris (Reparto investigazioni scientifiche) di Parma per varie indagini e confronti nella loro banca dati. Proseguono le indagini per riuscire a identificare con certezza a chi appartengano la porzione di bacino ritrovata dal pescatore che ha poi dato l'allarme. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cavedine, i resti umani trovati nel lago sono di un uomo? Proseguono le indagini

TrentoToday è in caricamento