rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
TrentoToday

Bper banca, a Trento uno progetti vincitori del bando "Il futuro a portata di mano"

A settembre parte il crowdfunding per accedere al cofinanziamento dell’Istituto fino al 70%

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Sono 5 i progetti vincitori della quinta edizione della call "Il futuro a portata di mano", lanciata da Bper Banca su Produzioni dal Basso - prima piattaforma di crowdfunding e social innovation - con l’obiettivo di cofinanziare idee e programmi educativi, sociali e culturali proposti da realtà del Terzo Settore e rivolti ai giovani dai 3 ai 19 anni.

Ora i progetti, se riusciranno a raggiungere in crowdfunding il 30% del budget complessivo, verranno cofinanziati al 70% da Bper Banca, fino a un massimo di 15.000 euro per ciascuno. I cinque Enti del Terzo Settore che affronteranno un percorso formativo sui temi del crowdfunding e della comunicazione svolto da Produzioni dal Basso, dopodiché avvieranno le campagne di raccolta fondi dal 12 settembre fino al 26 ottobre, attraverso il network dedicato in piattaforma.

I vincitori della call coinvolgono diversi territori, da nord a sud della Penisola: a Trento arriva il progetto Euforia Circus Festival dell’associazione Prodigio Odv. L'associazione Prodigio Odv è un'organizzazione di volontariato formata da persone disabili e non, impegnate nel campo dell'handicap e del disagio sociale. Si è costituita a Trento nell'aprile del 1999 fondando nel 2000 la redazione della rivista pro.di.gio.

L'obiettivo principale dell'organizzazione è quello di sensibilizzare la comunità sulla esigenza di superare le barriere fisiche e culturali con cui le disabilità e le diversità si confrontano quotidianamente. L’idea del progetto è quella di "portare abbondanza culturale" nei "territori fertili" del Monte Bondone, dove i partecipanti saranno coinvolti nella realizzazione di un Festival di Circo e arti performative per tutta la popolazione, inserito con rispetto nell’ambiente montano. I ragazzi tra i 12 e 20 anni dei territori del Monte Bondone non hanno molte occasioni nella quale incontrare artisti o esperti dell’ambiente per nutrirsi della loro arte e delle loro conoscenze. Il progetto punta a sviluppare la creatività, il senso critico e il senso di appartenenza ad un gruppo di lavoro e ad un territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bper banca, a Trento uno progetti vincitori del bando "Il futuro a portata di mano"

TrentoToday è in caricamento