Fare volontariato in Comune: si può fare per legge, primo caso in Trentino

Chi vorrà potrà comunicare la propria disponibilità per qualsiasi servizio attraverso un apposito albo

Brentonico, foto: Wikipedia

Volontari per il bene comune... in Comune. E' quanto accade a Brentonico, primo municipio in Trentino ad usufruire della possibilità prevista dal decreto legislativo 117 del 2017 noto come "Codice del Terzo Settore". L'estate scorsa c'erano già stati due ragazzi che si erano offerti come volontari per fare da guide nel Parco del Monte Baldo, che ricade nel territorio comunale di Brentonico. Da quell'episodio di generosità ha preso le mosse la Giunta arrivando a predisporre modalità ufficiali per mettere il proprio tempo, gratuitamente, a servizio del paese.

La proposta è stata approvata all'unanimità in Consiglio comunale.  "Nell’ultimo anno c’è stata qualche fruttuosa esperienza del genere in comuni della Lombardia, del Veneto e dell’Emilia Romagna" spiega l'assessore alla Cultura Quinto Canali. In Trentino, però, Brentonico è il primo Comune a mettere a frutto la possibilità prevista dalla legge.

"Ci si potrà mettere a disposizione per tanti piccoli servizi - prosegue Canali - ovviamente diversi da quelli svolti dal personale comunale. Penso a cose di cui si sia già riscontrata la necessità, come ad esempio lo sfalcio delle strade interpoderali o il decoro urbano tenendo pulite fontane e fioriere e aree pubbliche, ai nonni vigili, alla solidarietà e all’assistenza, ai beni culturali e ambientali, ma anche a nuove idee, secondo quanto emergerà proprio dalle competenze messe a disposizione. L’albo dei volontari sarà organizzato in base al tipo di attività offerte". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Saranno ammessi solo i maggiorenni e bisognerà dichiarare di «non aver subito condanne penali che comportano l’incapacità di contrattare e contrarre con la pubblica amministrazione, ovvero l’interdizione, seppur temporanea, dai pubblici uffici». Il Comune fornirà la copertura assicurativa. Non sono in alcun modo previsti compensi e possono essere rimborsate soltanto le spese autorizzate ed effettivamente sostenute e documentate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla Valsugana: auto contro camion, morto l'automobilista

  • Impressionante frana in Val Genova: 60 auto bloccate, strada chiusa

  • Acqua cristallina grazie alle piante "filtro": ecco il nuovo biolago di Pinzolo

  • Film su Chiara Lubich: si cercano esperti in arti marziali

  • Val Genova: turisti accompagnati a riprendere le auto. Strada ancora chiusa, previsti temporali

  • Comano: auto sorpassa in galleria ed urta una bici, gravissima una ciclista

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento