Attualità Oltrefersina / Largo Medaglie d'oro

Trentino zona gialla ma i dati sono "sfasati": Patt all'attacco dopo l'analisi di Bassi

"Restare zona gialla falsando i dati non conviene a nessuno": ecco l'appello del segretario del Partito Autonomista al governatore Fugatti

"Trentino zona gialla? "Qualcosa non torna". Il Patt tora a chiedere al governatore leghista Maurizio Fugatti spiegazioni sulle modalità di raccolta dei dati comunicati all'Istituto Superiore di Sanità. Lo spunto, ancora una volta, è fornito da un'analisi fatta dall'ex rettore dell'Università di Trento Davide Bassi. In un articolo pubblicato sul suo blog viene data una possibile spiegazione di come abbia fatto la Provincia autonoma di Trento, a fronte di un alto numero di decessi e di occupazione dei posti in rianimazione, a rimanere zona gialla.

Secondo Bassi tutto dipende dalle tempistiche con le quali vengono classificati i casi positivi: chi risulta positivo al test antigenico viene sottoposto ad un tampone molecolare anche dopo una settimana o 10 giorni. In questi casi, stando alle ricostruzioni dell'ex rettore, se un paziente viene confermato come positivo la data con la quale viene registrato il caso è sarebbe quella del tampone antigenico, ovvero la settimana precedente. In questo modo il quadro della situazione fornito quotidianamente a Roma, e comunicato ai trentini, non rispecchierebbe completamente la realtà.

Il segretario del Partito autonomista, Simone Marchiori, parte da questa constatazione per chiedere, nuovamente, chiarezza. "Non è un atto di accusa, non è una questione di colore politico. Se quanto dice Bassi è vero emerge un problema: il governo della Provincia è in qualche modo responsabile del ritardo nella comunicazione dei dati a Roma? - chiede Marchiori -. Essere zona gialla falsando i numeri non conviene a nessuno, nemmeno ai trentini che ne pagherebbero, o ne stanno già pagando, le conseguenze in termini di salute e di vite umane". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trentino zona gialla ma i dati sono "sfasati": Patt all'attacco dopo l'analisi di Bassi

TrentoToday è in caricamento