Attualità

Sicurezza in città, Fugatti legge in diretta la lettera di Confcommercio e Confesercenti

Nel documento le due associazioni di categoria evidenziano "l'escalation dei furti e dei vandalismi ai danni degli esercizi commerciali" e "episodi di piccola o grande criminalità" che si consumano nei centri cittadini "passati da salotto buono a orinatoio dei trasgressori del coprifuoco" e "divenuti luogo in cui la percezione di sicurezza è totalmente svanita

Il presidente della Provincia Maurizio Fugatti prende posizione sull'allarme sicurezza in alcuni centri cittadini lanciato con una lettera indirizzata da Confcommercio Trentino e Confesercenti del Trentino al Commissario del Governo Sandro Lombardi e a lui stesso. Nel documento le due associazioni di categoria evidenziano "l'escalation dei furti e dei vandalismi ai danni degli esercizi commerciali" e "episodi di piccola o grande criminalità" che si consumano nei centri cittadini "passati da salotto buono a orinatoio dei trasgressori del coprifuoco" e "divenuti luogo in cui la percezione di sicurezza è totalmente svanita" come si legge testualmente nella lettera.

Il presidente Fugatti ritiene la lettera "di una tale gravità, che non può passare inosservata dagli uffici della presidenza della Provincia, anche perché non ci si può abituare a situazioni del genere" e annuncia di aver perciò preso "immediatamente contatto con il Commissario del Governo Lombardi per chiedere di convocare il prima possibile un Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza. Crediamo che debbano esserci risposte precise e il più possibile puntuali". Il Commissario del Governo aderendo alla richiesta del presidente Fugatti ha convocato il Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza per mercoledì 23 giugno alle 10.30.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza in città, Fugatti legge in diretta la lettera di Confcommercio e Confesercenti

TrentoToday è in caricamento