rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Sanità / Centro storico

Sanità fuori dalla campagna elettorale: Nursing Up Trentino alza la voce

Il sindacato degli infermieri: “Siamo ancora troppo inascoltati”. E vuole un dibattito con la Provincia

L’assenza del tema sanitario in una campagna elettorale “fagocitata” dall’aumento dei costi delle bollette e dalla crisi energetica è un campanello d’allarme per il comparto dei lavoratori della sanità, come conferma Nursing Up Trentino.

Secondo il sindacato degli infermieri, non va fatto l’errore di indirizzare parte dei fondi nazionali e provinciali del Pnrr esclusivamente a progetti volti alla costruzione di nuove strutture sanitarie, poiché il vero punto su cui intervenire è la valorizzazione giuridico-economica di infermieri e professionisti sanitari, sempre più carenti e in fuga dalla sanità pubblica.

“Siamo ancora inascoltati, troppi pochi sono gli infermieri e i professionisti del comparto candidati alle elezioni politiche nazionali, su quest’aspetto dovremo aprire una seria riflessione, la nostra voce dovrà raggiungere e permeare sempre di più le istituzioni, perché è la voce della ‘sanità’, che deve rimanere pubblica e universalistica ed è la voce che richiede condizioni di lavoro umane e un’assistenza adeguata, nell’ottica di continuare a fornire un servizio di qualità” si legge nel comunicato redatto da Nursing Up Trentino.

Poi l’invito alla Provincia Autonoma di Trento per l’apertura di un dibattito con i professionisti della sanità, garantendo loro, proprio come ai medici, nuovi percorsi di carriera e la possibilità di esercitare la libera professione intramoenia. Confidando, inoltre, in un adeguamento dello stipendio a quello delle medie europee poiché, come spiega Nursing Up Trentino: “Gli infermieri italiani sono al 25esimo posto come media annuale di retribuzione tra i Paesi OCSE”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità fuori dalla campagna elettorale: Nursing Up Trentino alza la voce

TrentoToday è in caricamento