La ruina citata da Dante in stato di abbandono: al via il progetto di riqualificazione

La ruina dantesca di Marco oggetto di un intervento di Comune e Provincia per l'accessibilità a beneficio di turisti e scuole

L'iscrizione sulla ruina dantesca che ricorda il canto XII dell'Inferno

"Quella ruina che nel fianco di qua da Trento l'Adice percosse"... con queste parole il Sommo Poeta ha celebrato nel canto XII dell'Inferno la ruina di Marco, a sud di Rovereto. Una targa ricorda il verso della Divina Commedia, ma la memoria di questa celeberrima citazione si è un po' persa. Complice, forse, il fatto che l'area da anni ormai giace in stato di abbandono.

Inserita in una zona di terrazzamenti agricoli, un tempo coltivati, la ruina dantesca è oggi un luogo dimenticato e praticamente inaccessibile. Rovi ed erbacce hanno completamente coperto i muri a secco, rendendo impraticabili visite guidate e uscite scolastiche.

Il Comune di Rovereto vuole però riqualificare l'accesso alla ruina, con un progetto varato dalla Giunta che porterà a ripulire l'area dalla vegetazione spontanea ed alla creazione di un percorso didattico a beneficio di studenti e turisti. Compresi nel progetto 3 posti auto e parcheggi per biciclette. L'intervento è stato elaborato dal Servizio per il sostegno occupazionale e a valorizazione ambientale della Provincia, che si farà interamente carico delle spese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabinieri di Trento, sequestrate 50mila confezioni di cosmetici all'arnica per mezzo milione di euro

  • Paura per un grave incidente a Mattarello: pedone travolto mentre attraversa sulle strisce

  • Autovelox sulle strade trentine, ecco dove saranno a gennaio

  • San Giovanni di Fassa, guida ubriaco l'auto di un altro: patente sospesa per due anni

  • A 176 all'ora in galleria: beccato con il telelaser

  • Aeroporto di Bolzano: in arrivo voli per Roma, Vienna e altre destinazioni

Torna su
TrentoToday è in caricamento