Chiacchiere "ravvicinate" al mercato, con la mascherina calata: il sindaco mette le foto su Facebook

Le foto sono arrivate al sindaco, che le ha messe su Facebook: "E' vero, avrei potuto scrivere solo un post, ma dobbiamo renderci conto che a sbagliare può essere chiunque"

La foto pubblicata dal sindaco di Arco

Persone che parlano a distanza ravvicinata, senza mascherina o con la mascherina calata. A mettere sulla "pubblica gogna" di Facebook il comportamento scorretto di alcuni cittadini è il sindaco di Arco Alessandro Betta. Il primo cittadino ha pubblicato una foto relativa al primo giorno di riapertura del mercato all'aperto. L'intento, va detto, non è quello di colpire i singoli responsabili (visto che per giusta precauzione il sindaco ha reso irriconoscibili i loro volti) ma il comportamento scorretto.

Insomma, si dice il peccato ma non il peccatore,. Peccato che molti suoi concittadini non l'abbiano presa tanto bene. "Avrebbe potuto limitarsi a scrivere un post, senza pubblicare la foto": questo il pensiero che si evince da molti commenti, purtroppo alcuni conditi con un linguaggio non propriamente pacato e civile.

"È vero, avrei potuto evitare di pubblicare anche le foto, ma se avessi fatto un tale post solamente con la parte scritta tutti/e mi avrebbero detto “bravo” e punto. Invece io volevo arrivare al cuore del problema. Perché queste immagini hanno creato così tanto “malumore”? Perché ci viene sbattuta in faccia la realtà! Ci dimostrano che non sono sempre gli altri a sbagliare o che tutto questo sia qualcosa di lontano e che non ci tocca nel quotidiano" risponde, sempre via Facebook, il sindaco.

Anche a Trento il problema è nell'aria vista la riapertura, giovedì prossimo, del mercato cittadino nelle vie del centro, limittamente ai prodotti alimentari. Nel frattempo sono stati riaperti i mercati rionali, e non sembrano esserci stati grandi problemi di affollamento. La Polizia Locale, chiaramente, vigilerà sul rispetto delle norme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Proverbi trentini di gennaio: tra viole, lucertole, neve e santi

  • Coniugi bolzanini scomparsi: trovati degli indumenti nell'Adige a sud di Trento

  • L'ex rettore Bassi: "Ecco come ha fatto il Trentino a rimanere zona gialla"

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

Torna su
TrentoToday è in caricamento