Attualità

Foto e filmati di orsetti sul web, la SAT: "Attenzione, potrebbe esserci la madre"

La SAT stigmatizza l'eccessiva confidenza di chi si ferma a filmare e fotografare, ricordando che i cuccioli vivono insieme alla madre anche per più di un anno

Foto e video di cuccioli di orso in Trentino compaiono ormai quotidianamente sui social network. Mai come quest'anno gli orsetti sono stati fotografati e filmati, in tantissime occasioni e luoghi del Trentino occidentale. Foto e video condivisi decine di migliaia di volte, perfino dal Ministro dell'Interno Matteo Salvini per augurare buonanotte ai suoi follower, che possono far pensare ai cuccioli di orso come ad innoqui peluche. Una confidenza che può far perdere di vista la realtà: molto spesso insieme ai cuccioli c'è la madre. Un esemplare adulto, che può mettere in atto comportamenti anche molto aggressivi per l'istinto di protezione che ha nei confronti dei cuccioli. 

A far riflettere sulla questione è la Commissione Tutela Ambiente Montano della SAT. "Incontrare un cucciolo di orso nel bosco può destare sicuramente attenzione e suscitare tenerezza, incuriosendo sia coloro che non amano la presenza del plantigrado sulle montagne del Trentino, sia chi invece si definisce piuttosto un pro-orso. In molti casi, la prima cosa che può venire automatica fare è quella di avvicinarsi per osservarlo meglio o per verificare che stia bene. O anche, in alcune circostanze, per filmarlo o fotografarlo" si legge in un lungo post pubblicato sulla pagina facebook del sodalizio alpinistico.

"In realtà - si legge nella nota - è opportuno fare molta attenzione in caso di incontro con un cucciolo di orso in natura, poiché i cuccioli stanno con la madre durante tutto il loro primo anno di vita e anche oltre. Questo può comportare dei rischi nel caso in cui lei ci veda vicino al proprio piccolo e lo ritenga un pericolo, una minaccia. Potrebbe avere delle reazioni aggressive nei nostri confronti per difendere il cucciolo. La situazione di maggior rischio per l’uomo infatti, è quella in cui ci si venga a trovare tra la madre e i cuccioli, in quanto le femmine di orso sono molto protettive nei confronti della prole".

Le regole da seguire se si incontra un cucciolo

In caso di incontro con un cucciolo di orso, i comportamenti da mantenere, per evitare il rischio di essere considerati una minaccia dalla madre e mettersi in situazioni a dir poco complicate, sono i seguenti:
1. Tenersi a distanza dall’orsetto e non tentare di avvicinarlo per alcun motivo
2. Guardarsi bene intorno e allontanarsi subito
3. Se scorgiamo la madre a distanza, indietreggiare, parlando con calma per segnalare la propria presenza, tenendola sempre bene in vista
4. Teniamo sempre il nostro cane al guinzaglio
5. Una volta che si sono allontanati, riprendiamo il nostro cammino
6. In caso di incontro ravvicinato o avvistamento, chiamare il numero di emergenza 335-7705966 (Servizio Foreste e fauna) o anche il 112 o il 115, che poi si mettono il contatto con il Corpo Forestale Provinciale, che può intervenire tempestivamente per eventuali accertamenti o controlli.

"Non date da mangiare agli orsi"

Allo stesso tempo è da evitare in qualsiasi modo di alimentare gli orsi, perché ci fanno tenerezza e li vediamo smarriti ai bordi della strada, o, peggio ancora, per poterli fotografare o osservare, lo slogan dei Parchi del Nord America: “a fed bear is a dead bear“ (un orso alimentato è un orso morto). A maggior ragione visto il grado di antropizzazione del nostro territorio, valido anche alle nostre latitudini: chi ama davvero questo animale dovrebbe esserne consapevole. Quindi è fondamentale mantenere le giuste distanze e portare il massimo rispetto: accorgimenti di buon senso, che, in generale, vanno rivolti a tutta la fauna che popola la nostra regione e che la SAT auspica diventino il bagaglio culturale di ogni frequentatore consapevole della montagna. È anche da questi “piccoli” gesti che una comunità può ritenersi davvero matura e vivere le “terre alte” il più possibile in armonia con tutte le specie che le popolano…

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foto e filmati di orsetti sul web, la SAT: "Attenzione, potrebbe esserci la madre"

TrentoToday è in caricamento