Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità Centro storico / Via Rodolfo Belenzani

Sgombero neve, i numeri del Comune: "21mila ore di lavoro, operazione da un milione di euro"

Nevicata eccezionale e numeri eccezionali: ecco i dati forniti dall'amministrazione comunale

Neve il 27 gennaio in piazza Duomo, foto di Michele Viganò

Sono state più di 20mila le ore di lavoro degli addetti comunali e delle ditte appaltatrici che hanno "liberato" Trento e sobborghi dalla neve, scesa abbondante nelle due nevicate a cavallo della fine dell'anno. Dopo le polemiche il Comune ha voluto diffondere i numeri proprio per dimostrare il lavoro svolto sotto due nevicate che, almeno per la città, non capitano certo tutti gli anni. Anzi, una neve così a Trento non si vedeva da più di un decennio. All'11 gennaio rimangono qua e là ancora diversi cumuli di neve ghiacciata, in molti casi su stalli auto pubblici. 

Tra Santo Stefano e l'Epifania una settantina di persone, di cui la metà dipendenti comunali, sono state impegnate a spalare e spargere sale su 600chilometri di strade e 280 chilometri di marciapiede. Sono state sparse, finora, 1270 tonnellate di sale. Il costo complessivo delle operazioni supera il milione di euro. I mezzi impiegati: in città e nell'abitato di Gardolo 33 lame trattori, 2 lame unimog, 26 minipale, 4 camion salatura; nei sobborghi della collina ovest 19 lame trattori, 8 minipale, 8 mezzi salatura; nei sobborghi di Trento nord e della collina est 24 lame e trattori, 10 minipale, 13 mezzi salatura; sul Monte Bondone: 10 mezzi tra lame, spargisale, minipala, fresa, carico.  A questi si aggiungono i 30 mezzi (tra minivan, camion, minipale e pale) del Comune di Trento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgombero neve, i numeri del Comune: "21mila ore di lavoro, operazione da un milione di euro"

TrentoToday è in caricamento