menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo in Trentino: i ristoranti donano gli incassi del coperto

Il coperto, per una serata, sarà devoluto al Fondo Calamità Trentino, dedicato alla copertura dei danni del maltepo di fine ottbre

Come già successo per il terremoto di Amatrice, l’Associazione ristoratori del Trentino si mobilita per le vittime del maltempo che ha flagellato il Trentino alla fine di ottobre. E lo fa con le stesse modalità: venerdì 14 dicembre, infatti, i ristoranti aderenti all’iniziativa verseranno l’equivalente dei coperti o di una parte degli incassi alle imprese vittime del maltempo per far fronte ai danni subiti.

L’iniziativa “Ristoratori contro il maltempo” è stata presentata dal presidente dell’Associazione Marco Fontanari, i vicepresidenti Francesco Antoniolli e Flavio Biondo, il presidente onorario Danilo Moresco e il segretario Mattia Zeni. 

«Come già successo con il terremoto del Centro Italia – ha spiegato il presidente Fontanari – i ristoratori trentini si mobilitano per offrire il proprio contributo a chi è stato colpito da un evento tragico e imponderabile. Il messaggio che vogliamo portare è che le nostre attività non si sottraggono quando si tratta di portare aiuto a chi si è visto, in pochi attimi, portare via una vita di lavoro e di sacrifici. L’ondata di eccezionale maltempo dello scorso ottobre, oltre ad avere avuto anche risvolti tragici, ha danneggiato anche molte imprese: con questa iniziativa vogliamo poter dare aiutare i nostri colleghi a ripartire più in fretta». 

L’Associazione ha già distribuito nei giorni scorsi il materiale di comunicazione dell’evento ai ristoranti che aderiranno all’iniziativa di venerdì 14 dicembre: i clienti saranno informati se ad essere devoluto sarà l’intero ricavato dei coperti della giornata o una quota degli incassi. La lista completa dei locali aderenti sarà disponibile sul sito www.unione.tn.it.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento