rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Attualità

Scoperto Langya: un virus che attacca fegato e reni

Proviene dal toporagno, ma ancora non sono stati confermati casi di infezione da uomo a uomo

Un nuovo virus è stato individuato in Cina, ha infettato 35 persone nelle province di Shandong e Henan. Si chiama Langya virus (LayV), del genere henipavirus, ed è stato identificato nei tamponi faringei grazie all'analisi metagenomica e poi all'isolamento del patogeno.

Il virus attacca la funzionalità di fegato e reni con tassi di mortalità che teoricamente possono raggiungere anche il 75 per cento. Un tasso superiore a quelli registrati con il Covid.

La caratteristica del nuovo virus

Descritta in uno studio condotto da scienziati di Cina e Singapore e pubblicato sul 'Nejm', questa infezione - una zoonosi - provoca sintomi come febbre, affaticamento, tosse e può compromettere anche la funzionalità epatica e quella renale. Attualmente non esiste un vaccino o un trattamento per l'henipavirus; l'unica terapia è la gestione delle complicanze.

Come riporta Today, il virus sembra provenire dal toporagno. Ancora non è chiaro se i 35 contagiati hanno contratto tutti l'infezione dagli animali o c'è stata trasmissione da uomo a uomo.

Per il vicedirettore del Centro delle Malattie infettive di Taiwan, Chuang Jen-hsiang, i 35 pazienti in Cina non hanno avuto contatti stretti tra loro o una storia di esposizione comune e il tracciamento dei contatti non ha mostrato alcuna trasmissione virale tra contatti stretti e familiari, suggerendo che le infezioni umane potrebbero essere sporadiche.

Il genere henipavirus è una delle zoonosi emergenti nella regione Asia-Pacifico. Sono stati osservati infatti altri virus di questa 'famiglia', come Hendra (HeV) e Nipah (NiV), che possono infettare gli essere umani e che trovano nei pipistrelli il loro ospite naturale.

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, gli henipavirus possono causare gravi malattie negli animali e nell'uomo e sono classificati con un livello di biosicurezza 4, ovvero con tassi di mortalità compresi tra il 40 e il 75 per cento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto Langya: un virus che attacca fegato e reni

TrentoToday è in caricamento