menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavori alla Fontana del Nettuno: per sei mesi sarà coperta da pannelli

Dopo il crollo di un pezzo l'anno scorso il Comune ha varato un piano d'intervento

Lavori in vista alla Fontana del Nettuno, il monumento simbolo di Trento ha bisogno di un restyling. A mettere tutti in allarme è stato il cedimento di un pezzo delle sculture della fontana, erroneamente attribuito ad un atto vandalico, un anno fa. Dopo un approfondito esame della situazione il Comune ha stanziato 175mila euro per un cantiere che durerà sei mesi ed inizierà a fine marzo 2020. 

I getti d'acqua, che saranno spenti in vista dell'inverno, non tornranno dunque a zampillare prima di settembre 2020. Per tutto il periodo dei lavori la fontana sarà transennata e coperta da pannelli, con un notevole impatto negativo per la scenografia di piazza Duomo. I pannelli, assicura il Comune, coterranno informazioni sui restauri in corso e nozioni storiche sulla piazza. 

Da 250 anni uno dei simboli della città

La Fontana del Nettuno ha compiuto a luglio 250 anni, Fu inaugurata nel 1769 in occasione della Festa di San Vigilio, opera dell'architetto di Lavarone Francesco Antonio Giongo e dello scultore di Como Stefano Salterio, realizzata in pietra di Arco.

"La fontana mostra i segni evidenti del passare tempo, il degrado e l'erosione della pietra causati dallo scorrimento delle acque meteoriche e dall'alternarsi del gelo e del disgelo - spiega una nota del Comune -. Anche l’inquinamento atmosferico ha svolto un ruolo non trascurabile, in quanto il ph delle pioggie acide ha aumentato sensibilmente l'abrasione. Il fenomeno esteticamente più evidente è quello della diffusa presenza di una patina inorganica di colore bianco-grigio cui si aggiungono alghe brune e verdi e la formazione di piccole cavità, chiamato alveolizzazione".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento