Attualità Predazzo / Paneveggio

Da una canzone ad una foresta: ecco la band che ha piantato 2000 alberi a Paneveggio

La raccolta fondi, partita dopo la tempesta Vaia, è stata un successo, poi la pandemia ha costretto a rimandare l'azione concreta fino ad oggi. Ecco gli Eugenio in via di gioia e la loro Lettera al prossimo

Una foresta di duemila alberi che può rinascere, grazie alla musica. A mostrare che è possibile sono stati gli Eugenio in via di gioia, band astigiana tra folk e indie-pop con una forte impronta cantautorale, che più di due anni fa aveva lanciato il crowdfuding per piantare nuovi alberi in un'area forestale a Paneveggio, in Trentino, distrutta dalla tempesta Vaia. Nel frattempo un'altro imprevedibile e drammatico evento, la pandemia di coronavirus, ha rallentato e poi definitivamente bloccato l'evento inaugurale con il quale la band avrebbe piantato i primi alberi frutto della raccolta fondi tra i fan.

Ebbene, l'evento ha potuto finalmente svolgersi nei giorni scorsi, con tanto di concerto in mezzo ai prati alpini, visibile in video sulla pagina Facebook del gruppo. L'idea è nata dalla canzone "Lettera al prossimo", e questo è divenuto anche il nome di una piattaforma web, utilizzata per il crowdfunding. In 10 giorni sono stati raccolti i soldi necessari per ripiantare una foresta di abeti rossi. "La nostra prima personale lettera al prossimo è stata consegnata, ma bisogna continuare a scriverne altre se vogliamo lasciare alle future generazioni un pianeta ospitale in cui vivere" concludono gli Eugenio in via di gioia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da una canzone ad una foresta: ecco la band che ha piantato 2000 alberi a Paneveggio

TrentoToday è in caricamento