menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A 140 all'ora in montagna, posta il video: riconosciuto da un riflesso sul parabrezza

Riconosciuto da pochi fotogrammi e condannato: 4 mesi di reclusione, 4.000 euro e un anno senza patente

Corse in auto, o in moto, che finiscono su youtube, imortalate da telecamere fisse che riprendono la strada ed il tachigrafo. Il fenomeno non è nuovo, ma questa volta il colpevole è stato condannato: la telecamera, infatti, ha immortalato per qualche secondo il volto del conducente. La notizia è riportata dall'Ansa regionale.

Pochi fotogrammi, il volto riflesso sul parabrezza: tanto è bastato ai Ris di Parma per ricostruire l'identikit del pirata della strada, identificato e condannato dal Tribunale di Bolzano. La folle corse è infatti avvenuta sul renon, la montagna che sovrasta la città altoatesina: 8 minuti e mezzo per percorrere la strada del passo a tutta velocità, con punte di 140 km/h.

Moto: limite dei 60 km/h sui passi dolomitici

Il giovane, 25enne, è stato condannato ad una pena di 4 mesi in base all'articolo del Codice della Strada che vieta le competizioni su strade pubbliche. Oltre alla condana è scattata la sospensione della patente per un anno, una multa da 4.000 euro ed il sequestro dell'auto, una Seat Leon.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento