menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A caccia senza licenza: gli era stata revocata per uso di armi illegali

Bracconiere recidivo sorpreso dai forestali in Val Calamento

Stava cacciando senza porto d'armi: la licenza gli era stata revocata in passato poichè era già stato sorpreso dalla forestale con armi clandestine, modificate secondo modalità che esulano dalle norme vigenti. L'uomo, un cacciatore della Valsugana, è stato dunque nuovamente segnalato all'Autorità giudiziaria e dovrà rispondere della sua condotta davanti al giudice.

Il fatto risale a qualche giorno fa, quando la Guardia Forestale ha messo in ato un controllo mirato in Val Calamento, dove il bracconiere è stato sorpreso su una torretta per la caccia agli ungulati insieme ad un parente. Quest'ultimo è stato segnalato per aver prestato due fucili al primo, ben sapendo che era sprovvisto di licenza. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento