rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
TrentoToday

Arriva il freddo vero, pensiamo agli animali

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Le previsioni di temperature a picco trovano conferma nel vento freddo che spazza le strade e i campi. E picchia duro sugli animali, se non sono adeguatamente protetti. Per quanto riguarda gli animali di proprietà, siano da reddito oppure d'affezione, sui proprietari grava la responsabilità di proteggerli dalle condizioni atmosferiche avverse, che non può essere mai elusa, salvo ravvisare addirittura il reato di maltrattamento. Ecco, allora, alcuni nostri consigli minimi cui attenersi, per tutelare gli animali che vivono all'esterno, sebbene per la maggior parte di essi sarebbe essenziale poter trascorrere l'inverno in un luogo caldo e asciutto, almeno nelle ore più fredde, le ore notturne. L'alimentazione è essenziale, per fornire le calorie necessarie per contrastare l'abbassamento delle temperature e le condizioni avverse invernali, con una dieta che preveda cibo in quantità sufficiente, di buona qualità (quindi non scarti della nostra tavola o mangimi di bassa qualità), che fornisca il corretto quantitativo di proteine, grassi e altri nutrienti per affrontare la stagione fredda in piena salute e che funga da buon "carburante" per combattere il freddo. Tutti gli animali devono avere a disposizione un riparo collocato in un luogo asciutto e riparato dalle correnti, in cui poter sempre riposare godendo di uno stato di benessere, con una pavimentazione asciutta, isolata dal terreno freddo, e che sia confortevole, quindi ricoperta da materiali asciutti ed isolanti. Nel caso di cani o gatti, le cucce devono essere collocate in modo da essere sempre riparate dalla neve e dalla pioggia, sollevate da terra, in modo da essere isolate dal freddo e umido del terreno, possibilmente coibentate con materiali isolanti ecologici (e non tossici) e dotate di porta o tendina per consentire all'animale di mantenere il proprio calore corporeo, sul fondo è utile collocare della paglia, da arieggiare spesso e da cambiare quando abbia assorbito umidità, specialmente dopo le piogge o le nevicate. È essenziale che gli animali, a qualsiasi specie appartengano, abbiano sempre a disposizione acqua abbondante, pulita, cambiata spesso e non gelata. Per ultimo, ribadiamo che il gelo delle notti invernali può essere letale per molti animali, specialmente per i cuccioli, gli animali di taglia piccola, anziani: i proprietari sono responsabili del loro benessere e non dovrebbero mai lasciarli all'esterno, soprattutto durante la notte. Un consiglio valido per tutti è di controllare sempre la macchina prima di mettere in moto; infatti qualche animale, solitamente un gatto, potrebbe avervi cercato riparo e calore, accoccolandosi sopra le ruote oppure all'interno del motore: spesso basta fare un po' di rumore e lasciargli il tempo di accorgersi della nostra presenza, per permettergli di allontanarsi, indenne. Per ENPA del Trentino, la presidente Ivana Sandri

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva il freddo vero, pensiamo agli animali

TrentoToday è in caricamento