Sabato, 23 Ottobre 2021
Calcio

Mori Santo Stefano battuto dal Termeno

Seconda battuta d’arresto per gli uomini di mister Zoller che ora si ritrovano a dover fare i conti con una situazione di classifica per nulla confortante, mentre il Termeno sale al terzo posto in classifica grazie al gol di Pfitscher

Arriva la seconda sconfitta consecutiva per il Mori Santo Stefano che in questo turno di campionato deve arrendersi al Termeno, squadra altoatesina che sta sorprendendo in questo avvio di stagione.  I bianconeri ottengono così il quinto risultato utile consecutivo e salgono di diritto al terzo posto con il Lavis, all’inseguimento della capolista Virtus Bolzano ed a una sola lunghezza dalla seconda piazza.

È un primo tempo equilibrato quello tra gli altoatesini ed i trentini, in cui la paura di subire il gol prevale sulla voglia e la convinzione di offendere la squadra avversaria. Le occasioni non fioccano, con le rispettive formazioni bloccate a centrocampo in cerca di qualche spiraglio che però non si apre. I primi quarantacinque minuti se ne vanno ben presto con il risultato che non si sblocca e con i giocatori che vanno a bersi un thè caldo in attesa della seconda frazione. Ripresa che si apre con un Termeno padrone del gioco, abile a muovere la palla con pazienza e precisione, mentre il Mori Santo Stefano attende nella propria metà campo e prova a ripartire. L’episodio chiave del match arriva poco prima della mezzora, quando Pfitscher prima scaglia il pallone su Bonomi, il quale deve compiere un miracolo per salvare il risultato, e successivamente ribatte in rete il tap in sulla corta respinta dell’estremo difensore lagarino. È un vantaggio che fa male agli ospiti, i quali rischiano di subire anche il raddoppio in un paio di occasioni, ma sia Baldo che Pfitscher non riescono a mandare il pallone in fondo al sacco. In zona cesarini, il Mori Santo Stefano si sveglia e per poco non trova il pareggio: Cescatti è bravo ad incornare a botta sicura su calcio d’angolo, ma sulla sua strada si trova l’ex di giornata Bordignon che para con un intervento superbo e salva il risultato.

Vittoria importantissima per il Termeno che ora si gode la terza posizione in classifica in coabitazione con il Lavis, in attesa del prossimo match proprio contro i lavisani. Per il Mori Santo Stefano, invece, le acque iniziano ad agitarsi con il terzultimo posto che si avvicina pericolosamente ed è a soli 2 punti di distanza. Domenica al Comunale di Mori arriverà la Virtus Bolzano, unica squadra a non avere ancora perso in questa stagione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mori Santo Stefano battuto dal Termeno

TrentoToday è in caricamento