rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Calcio

Mori Santo Stefano battuto in casa del Brixen

Trasferta infelice per il Mori Santo Stefano che rimedia un amaro 2-1 in casa del Brixen e rimane ancorato alle posizioni critiche della lotta per non retrocedere, a nulla è servito il gol di Pedrotti contro le marcature di Blasbichler e Bocchio

Partita combattuta fino alla fine con il Mori Santo Stefano di mister Davide Zoller che non è riuscito nell’impresa di portare a casa dei punti sul campo della meglio quotata Brixen. Si sa, sui campi di casa, le squadre altoatesine sono sempre ostiche da affrontare, ma i lagarini sono riusciti per gran parte del match ad imporre il proprio gioco, salvo poi capitolare a dieci minuti dal termine. Per i tricolori si tratta della quinta sconfitta esterna consecutiva su sette partite disputate, uno score preoccupante in chiave salvezza che si fa ancor più cupo se si considera che le sconfitte totali lontane dal Comunale sono ben sei a fronte di una sola vittoria.

Come spesso capita ai lagarini, i primi minuti di partita non sorridono alla banda di Zoller che anche in questo caso, dopo appena dieci minuti, incassano il vantaggio del Brixen con Blasbichler che raccoglie un pallone proveniente dalla sinistra e lascia partire un diagonale preciso su cui Bonomi non può nulla. Il colpo a freddo sveglia il Mori Santo Stefano che reagisce e cerca la via della rete con un’incursione di Pezzato, la cui conclusione finisce sull’esterno della rete. Ci prova anche Canali, ma il suo controllo non è preciso e l’azione sfuma tra il rammarico dell’attaccante lagarino. Primo tempo che si spegne senza altre emozioni e con il Brixen in vantaggio di una rete, sebbene dopo il gol iniziale non sia più stato pericoloso dalle parti di Bonomi. La ripresa è il marchio di fabbrica del Mori Santo Stefano che, così come successo contro la ViPo Trento due settimane fa, trova la via del gol dopo appena cinque minuti: Pezzato lavora un buon pallone sulla destra e mette in mezzo un pallone rasoterra nel cuore dell’area di rigore, dove Pedrotti arriva come un falco ed insacca all’incrocio dei pali. I padroni di casa non ci stanno e si gettano in avanti alla disperata ricerca del nuovo vantaggio: l’occasione migliore capita al ventesimo quando il contatto tra Pozza e Vinatzer in area di rigore viene considerato irregolare dal direttore di gara. Dal dischetto si presenta Bocchio, ma il suo tiro si stampa sul palo e permette a Bonomi, in un secondo tempo, di sbrogliare la mischia successiva. È solo questione di tempo, però, perché il Brixen trova la via della rete a dieci minuti dal termine con Bocchio che da trenta metri lascia partire un destro che va ad infilarsi all’incrocio dei pali. Il forcing finale degli ospiti non sortisce gli effetti sperati ed il match finisce con la vittoria degli altoatesini.

Successo che permette al Brixen di portare a casa tre punti fondamentali per restare agganciata alla vetta, mentre il Mori Santo Stefano colleziona un’altra sconfitta esterna che lo relega al quartultimo posto in classifica assieme all’Arco 1985 e con un solo punto di vantaggio sul Dro Alto Garda terzultimo. Domenica prossima, per gli uomini di mister Zoller ci sarà la sfida interna contro il Comano Terme Fiavè.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mori Santo Stefano battuto in casa del Brixen

TrentoToday è in caricamento