rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Calcio

Il Gardolo non molla e pareggia contro il Bozner

Partita di sacrificio quella degli uomini di mister Squadrani che dopo novanta minuti riescono a strappare un punto contro gli altoatesini del Bozner, rei di non aver chiuso prima i conti e di essersi fatti rimontare con troppa superficialità

È stato un match avvincente ed aperto sino alla fine quello tra Gardolo e Bozner, uno spettacolo pirotecnico che ha offerto tanti gol ed emozioni dal primo all’ultimo minuto. Alla fine le due squadre se ne tornano a casa con un punto a testa che, forse, non accontenta nè i gardolotti né i bolzanini, ma di certo hanno fatto divertire il folto pubblico sulle tribune.

Sono gli ospiti a partire meglio e ad organizzare una fase offensiva più concreta e volta a passare in vantaggio: gli altoatesini ci provano prima con Bertuolo e poi con Filippin, ma entrambe le conclusioni non mettono i brividi a Clementi. Si intuisce subito però che il Bozner fa sul serio ed infatti, poco dopo, passano a condurre con Degasperi che sfrutta una corta respinta del portiere gialloblu su tiro di Ruggiero ed insacca il più facile dei tap in. I padroni di casa accusano il colpo e dopo ulteriori dieci minuti capitolano di nuovo con Filippin che, ben servito da Tessaro, appoggia in rete per il raddoppio degli arancioneri. È un momento davvero difficile per i giallolu che rischiano persino di incassare il terzo gol, ma alla mezzora uno spunto di Qela rimette tutto in discussione: l’attaccante del Gardolo incoccia di testa il perfetto cross di Ferrai e batte Iardino accorciando le distanze e riaprendo, di fatto, la partita. La ripresa si riapre nel migliore dei modi per i padroni di casa che dopo appena sei minuti trovano la via del pareggio con Bortolotti, al suo secondo gol stagionale, che di testa batte ancora l’estremo difensore altoatesino. Il Bozner però non ci sta ed al quarto d’ora ritorna in vantaggio, ancora con Filippin che scarica un missile di sinistro sotto la traversa lasciando immobile l’incolpevole Clementi. I gialloblu non subiscono lo shock psicologico di essere di nuovo sotto nel punteggio e si riversano in avanti alla ricerca del pareggio: Qela, uno dei più attivi tra i suoi, si guadagna un rigore dopo essere stato atterrato in area da De Simone. Dagli undici metri si presenta Trentini che non sbaglia e riporta il punteggio in parità. Nel finale ci sono ancora delle occasioni nitide per risolvere la partita a favore dei gardolotti, ma Catino è sfortunato e vede il suo tiro respinto dal palo, mentre Qela manda alto un colpo di testa.

Buon punto per il Gardolo che, con il senno di poi, avrebbe anche potuto fare bottino pieno contro un Bozner troppo presuntuoso ed appagato dopo il doppio vantaggio iniziale. La classifica si muove per i trentini che però rimangono ancora il fanalino di coda dell’Eccellenza con 7 punti. Nel prossimo match di campionato, i ragazzi di mister Squadrani saranno impegnati nella difficile sfida altoatesina contro la seconda forza del campionato, vale a dire il San Giorgio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Gardolo non molla e pareggia contro il Bozner

TrentoToday è in caricamento