Lunedì, 15 Luglio 2024
La curiosità / Lago di Garda

L'amore tra il dio Sarca e la ninfa Garda: così nacque lo splendido lago

La leggenda che non tutti conoscono

Con una superficie di 370 kmq, il lago di Garda è il più grande lago italiano e con i suoi 346 metri è il terzo per profondità. Si estende sul territorio della Lombardia, del Veneto e della provincia di Trento, con una forma allungata che si stringe nella parte settentrionale, quando incontra le montagne del gruppo del Baldo. Di origine glaciale, si presume sia stato generato dal ritiro di un enorme ghiacciaio che arrivava fino alla pianura. Noto ai più come lago di Garda, un toponimo che oggi dà nome anche a un paese sulla sponda veronese e la cui diffusione risalirebbe ancora al Medioevo, è conosciuto anche come Benaco.

La leggenda sulle origini del lago di Garda

Questa è la storia, ma c’è anche una leggenda. È proprio la divinità pagana Benaco, figlio del dio del mare Nettuno, il principale protagonista delle più antiche leggende sulle origini del lago. Ebbe tre figli, Limone e Gameo – che introdussero la pesca e la coltura dei limoni e dei cedri e fondarono i paesi di Limone e Gargnano – e la ninfa Garda, sposa di Sarca, dominatore delle montagne e delle acque delle fredde regioni alpine. 

Da questa unione nacque un figlio di un nome Mincio, che divenne nume tutelare del fiume affluente del Po ed unico emissario del lago (per molti secoli, come detto, chiamato Benacus). Secondo le leggende ebbe così origine il grande lago dal clima temperato e dalle acque cristalline, simili all’azzurro del mare Mediterraneo: nei secoli il mito del dio Benaco rimarrà profondamente radicato come personificazione stessa del lago e come protettore della sacralità di questi luoghi.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'amore tra il dio Sarca e la ninfa Garda: così nacque lo splendido lago
TrentoToday è in caricamento