rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Scuola / Centro storico / Via Giuseppe Gilli, 3

Scuola, le assunzioni in Trentino sono una corsa a ostacoli

Svariati i disagi per i giovani che in questi giorni firmano il contratto indeterminato per l'immissione in ruolo

Entrare di ruolo - ovvero essere assunti con un contratto a tempo indeterminato - a scuola, si sa, è un'impresa titanica. Da anni in tutta Italia il sistema istruzione si basa sui precari: i concorsi sono una rarità, le regole continuano a cambiare, l'incertezza regna sovrana. 

Per comprendere la situazione, basti pensare che in questi giorni in via Giuseppe Gilli 3 a Trento, sede del dipartimento Istruzione e cultura della Provincia autonoma di Trento (Pat), si susseguono schiere di giovani docenti pronti a scegliere il loro posto nelle scuole trentine sulla base di un concorso che è stato indetto nel 2020 (e che quindi li ha "giudicati" sulla base dei titoli che possedevano due, se non tre anni fa, quando magari avevano appena iniziato a insegnare).

Come se non bastasse, però, per alcuni di loro la situazione si è complicata ulteriormente. La prima sorpresa è arrivata lunedì 25 luglio con una stringata comunicazione sul sito Vivoscuola, il portale della scuola in Trentino: "Si rende noto agli interessati che la convocazione per le assunzioni in ruolo personale docente classe di concorso A022 (italiano, storia, geografia, nella scuola secondaria di I grado), prevista il 26 luglio alle ore 9.30 è annullata, in quanto il ministero dell’Istruzione, per il tramite del proprio fornitore informatico consorzio Cineca, ha comunicato allo scrivente ufficio un ricalcolo dei punteggi della prova scritta, in relazione alla classe di concorso A022. Gli esiti ricalcolati della prova scritta verranno trasmessi dallo scrivente ufficio alla commissione di concorso, per gli adempimenti di competenza della stessa".

In pratica, per via di alcuni ricorsi dei partecipanti che lamentavano (a ragione) domande sbagliate nel primo test selettivo (la prova scritta), vanno ora ricalcolati i punteggi, che potrebbero scombinare le graduatorie e che rendono quindi impossibile per chi fino a tre giorni fa si riteneva serenamente vincitore firmare il proprio contratto. Soprattutto, si teme di dover rifare gli esami, per esempio gli orali, sforando così il termine del 31 agosto (l'indeterminato doveva decorrere dal primo settembre).

Questa mattina, poi, mercoledì 27 luglio, un nuovo problema. Alle 9.30 era convocata la classe di concorso A027, ovvero: matematica e fisica nella scuola secondaria di II grado. Ma il sistema per la firma dei contratti legato a Trentino digitale (a cui si appoggiano, appunto, tutti i servizi digitali della Provincia) si è impallato. Fosse stato per il dipartimento, i futuri docenti sarebbero stati rimandati a venerdì. Alla fine sono stati riconvocati alle 14 nella speranza (poi concretizzatasi) di poter firmare i contratti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, le assunzioni in Trentino sono una corsa a ostacoli

TrentoToday è in caricamento