Lunedì, 18 Ottobre 2021
Salute Arco

Si teme una crescita dei contagi, pronti 13 nuovi posti letto

La Giunta ha deciso di riattivare provvisoriamente il nucleo Covid presso la residenza Sacro Cuore di Arco

La Giunta provinciale trentina ha deciso di riattivare provvisoriamente il nucleo Covid presso la Residenza Sacro Cuore di Bolognano d'Arco. Una scelta, fa sapere la Pat in una nota, arrivata in considerazione dell'evoluzione del quadro epidemiologico, che nel mese di agosto ha registrato una ripresa dei contagi.

Da qui la necessità di dotarsi di nuovi posti letto: saranno 13 quelli disponibili nella struttura gestita dal Gruppo Spes. Il provvedimento, approvato nella mattinata di venerdì 3 settembre su proposta dell'assessore alla salute Stefania Segnana, dispone la riattivazione provvisoria del reparto fino al prossimo 31 dicembre.

I posti letto saranno utilizzati per assistere persone positive asintomatiche che richiedono cure temporanee con un basso impegno sanitario, provenienti da strutture ospedaliere, dalle Rsa o dal territorio.

Il finanziamento della struttura, che dovrà rispettare anche i protocolli di accesso, organizzativi e clinici previsti per la presa in carico dei pazienti con sospetto Covid-19, è stimato in circa 220.000 euro. "Tale spesa - scrive la Provincia - sarà riconosciuta all'ente gestore a partire dalla messa disposizione del nucleo, che avverrà entro la prima decade di settembre e trova copertura finanziaria nell'ambito del Riparto 2021 delle risorse del servizio sanitario provinciale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si teme una crescita dei contagi, pronti 13 nuovi posti letto

TrentoToday è in caricamento