Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Salute

Apss, il Covid pesa anche sul bilancio: il 2020 si chiude con un utile di 17mila euro

Approvato il documento contabile. Pronti più di due milioni per interventi al Santa Chiara e a Villa Igea

L'Azienda provinciale per i servizi sanitari chiude il bilancio di esercizio 2020 con un utile che sfiora i 17mila euro. Per la precisione 16.967,97. Il bilancio è stato approvado venerdì 24 settembre dalla Giunta, su indicazione dell'assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana.

Contestualmente all'approvazione del documento contabile, l'esecutivo ha dato il via libera ad ulteriori direttive riguardanti il funzionamento del servizio sanitario provinciale e ha rimodulato l'importo di alcuni interventi minori su aree e unità operative degli ospedali Santa Chiara e Villa Igea per un totale di 2.630.000.

Si tratta di un bilancio, dice l'Apss in una nota, che risente fortemente della pandemia da Covid-19, in particolare per alcune voci di costo come il personale, le prestazioni da privato e i beni sanitari; per questi ultimi ad esempio non è arrivato in tempi utili alla chiusura del bilancio il rimborso delle spese a carico della Protezione Civile e del Commissario straordinario per l’emergenza ed è stato necessario integrare il finanziamento 2020 all’Azienda sanitaria.

La gestione economica del 2020 ha comunque consentito di riservare una quota dei finanziamenti correnti provinciali, pari a 2.550.000 euro, agli investimenti dell’Azienda sanitaria, in particolare per l’acquisizione delle attrezzature sanitarie, economali e tecnologie. 

Oltre all'approvazione del bilancio, l'esecutivo stabilisce anche altre direttive:

  • sono prorogate di sei mesi - fino al 31 gennaio 2022 - le direttive e l’intesa con le Farmacie riguardanti l’assistenza farmaceutica, integrativa e aggiuntiva;
  • è autorizzato l’utilizzo del ricettario Ssn dematerializzato da parte dei medici operanti presso le strutture di cure intermedie accreditate non aziendali per la prescrizione delle prestazioni di assistenza specialistica in regime ambulatoriale, limitatamente al periodo di presa in carico dei pazienti secondo le indicazioni definite dall’Azienda;
  • è approvata l’istituzione di due strutture complesse di direzione medica presso l’ospedale di Borgo Valsugana e presso l’ospedale di Cavalese in luogo dell’unica struttura complessa Borgo-Cavalese;
  • sono approvate le nuove direttive per l’accesso alle prestazioni erogate dal centro di Procreazione medicalmente assistita di Arco da parte dalle coppie non residenti in Provincia di Trento: per tali coppie è necessario acquisire l’autorizzazione nominativa dell’azienda sanitaria/regione di provenienza previa informazione sui costi dell’intera procedura;
  • è prorogato il setting di Rsao a Tione fino al 31 dicembre 2021 fatta salva la possibilità di dilazionare ulteriormente tale termine a fronte della eventuale proroga dello stato emergenziale.

Opere minori

Vengono rimodulati e riapprovati gli interventi per un totale 2.630.000 euro che riguardano opere minori su aree e unità operative presidi Santa Chiara e Villa Igea. Nel dettaglio riguardano questi interventi:

  • adeguamento funzionale antincendio dell'area di Neurologia e Neurochirurgia al 5° piano dell'Ospedale Santa Chiara per un importo di 700.000 euro;
  • adeguamento laboratorio riduzione pezzi e realizzazione di laboratorio di backup dell'Ospedale Santa Chiara per un importo di 155.000 euro;
  • ristrutturazione edilizia ala nord-est del piano rialzato edificio ex-IPAI per adeguamento antincendio da destinare a Neuropsichiatria infantile per 370.000 euro;
  • ristrutturazione del I piano presidio Villa Igea da destinare ad attività ambulatoriali della medicina fisica e riabilitazione per adeguamenti antincendio e funzionali per 865.000 euro;
  • compressori Aria Tecnica e Gruppo Frigo per 120.000 euro;
  • lavori presso la sala operatoria di chirurgia vascolare Ospedale Santa Chiara per 150.000 euro;
  • messa in sicurezza facciata sud Santa Chiara per 120.000 euro;
  • indagini ambientali per bonifica Villa Igea per un importo di 150.000 euro.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apss, il Covid pesa anche sul bilancio: il 2020 si chiude con un utile di 17mila euro

TrentoToday è in caricamento