rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
L'incontro

Italia Viva si presenta: "La priorità è una strategia contro la violenza sulle donne"

Donatella Conzatti è la capolista è si è presentata a un evento a cui ha partecipato anche il senatore di Italia Viva Ivan Scalfarotto

Il 9 settembre alla caffetteria del Mart a Rovereto, è stata presentata ufficialmente la lista di Italia viva, guidata dalla capolista Donatella Conzatti, già Senatrice di Italia Viva, coordinatrice regionale di Italia Viva Trentino e membro della cabina di regia nazionale.

Elezioni provinciali Trento 2023, i candidati di "Italia Viva"

“Una squadra composta da donne e uomini che hanno a cuore il territorio e che con coraggio hanno deciso di mettersi a disposizione di un'intera comunità, con competenza e pragmatismo” afferma Conzatti. La lista di Italia Viva correrà nella coalizione Alleanza democratica e autonomista, nel centrosinistra, a sostegno del candidato Presidente Francesco Valduga. Un evento partecipato, che ha visto la presenza del senatore di Italia Viva Ivan Scalfarotto, del senatore del gruppo delle Autonomie Pietro Patton, dell'assessore Panetta e del candidato Presidente Francesco Valduga.

“Siamo qui per raccontarvi, per condividere con voi la nostra idea di Trentino, un Trentino che viviamo quotidianamente, come una comunità che ama i suoi territori, il suo patrimonio culturale, la sua unicità - ha continuato  - continua Conzatti -. Come Italia Viva in questi anni abbiamo camminato al fianco dei cittadini, al fianco delle loro istanze, necessità, esigenze, speranze, sogni, portando avanti a testa alta e con coraggio le battaglie in cui crediamo fortemente, senza paura: dalla richiesta dell'istituzione di una Strategia provinciale di contrasto alla violenza contro le donne, all'investimento strutturato nella formazione scolastica e universitaria (dove l'emergenza alloggi ad esempio va risolta con lungimiranza e pragmatismo), dall'aggiornamento del Programma Life Ursus, non più rimandabile, alla riforma del sistema sanitario provinciale a tutela soprattutto delle persone anziane e con fragilità. Per questo abbiamo deciso di fare la nostra Scelta studiando proposte per la sanità, per la cultura, per un'Europa democratica, liberale e riformista, per il lavoro, per il territorio e per l’autonomia”.

Un accento particolare è stato posto sulla parità tra donne e uomini perché, come è stato detto, l’illegalità, “la violenza domestica e di genere dipendono da un mondo pensato dagli uomini e costruito soltanto per alcuni uomini”. Il primo impegno in Consiglio provinciale sarà fare ciò che l’Europa e l’Italia hanno già fatto: pensare e approvare una strategia provinciale per la parità di genere ed una strategia provinciale contro la violenza sulle donne.

“Se sapremo realizzarle prima dell’Italia e dell’Europa vorrà dire che l’autonomia avrà davvero fatto la sua parte. Un'autonomia di cui non dobbiamo aver paura, ma che dobbiamo amministrare con cura, attenzione e intelligenza” ha concluso la capolista Conzatti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia Viva si presenta: "La priorità è una strategia contro la violenza sulle donne"

TrentoToday è in caricamento