rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Famiglia

Come cambiare medico

Quello con il medico di famiglia è un rapporto che si basa sulla fiducia, che venendo meno può spingere a cercare un nuovo dottore. Ecco la procedura da seguire

Cambiare medico è possibile e - stando anche ad alcuni sondaggi - è una delle ricerche più gettonate degli utenti, questo caso pazienti, italiani. Spesso il paziente che cerca un nuovo medico di medicina generale lo fa o perché il precedente è andato in pensione o perché magari sente che con il dottore non c'è quel feeling necessario (e per certi versi doveroso) per potersi confidare e riporre la propria fiducia. Ovviamente il passaggio da un medico all'altro deve tenere conto anche della disponibilità del nuovo dottore a cui ci vogliamo rivolgere senza contare poi gli orari delle visite in ambulatorio e così via. Attenzione però: anche il medico può ricusare l’assistito, in caso di turbativa del rapporto di fiducia. Ma come si può cambiare medico?

Ciascun cittadino, all'atto dell’iscrizione al servizio sanitario, sceglie il proprio medico di fiducia fra coloro che esercitano attività nella zona di residenza e con posti disponibili.

Non è possibile scegliere un medico che abbia già raggiunto il proprio massimale di assistiti, è prevista una deroga per i familiari anagraficamente conviventi. Non è possibile inoltre scegliere un medico che svolga attività al di fuori dell'ambito territoriale di residenza.

Per effettuare la scelta iniziale del medico è necessario presentarsi, previo appuntamento (da prendersi al numero 0461 371037 o tramite TreC+), presso l'ufficio prestazioni/anagrafe sanitaria del territorio di appartenenza:

1. lo stato famiglia attestante i dati anagrafici ovvero apposita autocertificazione sostitutiva attestante i dati anagrafici,

2. la tessera sanitaria nazionale (tessera blu) o, in mancanza, il codice fiscale attribuito dal Comune di residenza o dall'Agenzia delle entrate.

Chi non è residente anagraficamente in Trentino ma ci vive di fatto per motivi di lavoro, di studio etc., può scegliere un medico tra quelli operanti nell'ambito del domicilio solo per un tempo determinato, eventualmente rinnovabile, da un minimo di 3 ad un massimo di 12 mesi. In questo caso è necessario presentare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio e la tessera sanitaria in suo possesso (rilasciata dall'azienda sanitaria di provenienza).

Cambio del medico

Per effettuare il cambio del medico è necessario rivolgersi all'ufficio prestazioni/anagrafe sanitaria del territorio di appartenenza (per i residenti nel comune di Trento anche presso le circoscrizioni comunali), che mostrerà l'elenco dei medici disponibili tra cui effettuare la scelta. Questa operazione può essere effettuata completamente online, tramite TreC+.

Non è possibile effettuare il cambio all'interno dello stesso gruppo di medici senza la preventiva accettazione scritta da parte del medico su cui ricade la nuova scelta.  

In caso di cessazione o pensionamento del medico, verrà inviata una lettera da parte dell'Apss contenente le indicazioni per effettuare una nuova scelta medica (vedi modalità sopra descritte).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come cambiare medico

TrentoToday è in caricamento