Green

Comuni ricicloni 2021, Trento tra i 4 capoluoghi "rifiuti free"

Nell'ultimo report di Legambiente, premiato anche il comune di Pergine Valsugana

C'è anche Trento tra i quattro capoluoghi di provincia premiati da Legambiente con il riconoscimento "Rifiuti free" nell'edizione 2021 del rapporto 'Comuni ricicloni'. Le altre città italiane virtuose nel campo dei rifiuti sono Pordenone, Treviso e Belluno. Premiata anche un'altra realtà della provincia di Trento, Pergine Valsugana, al vertice tra i comuni con più di 15mila abitanti. In questa graduatoria si trovano anche Baronissi (Sa), Castelfrando Emilia (Mo), Porcia (Pn), Fone Nuova (Rm), Porto Mantovano (Mn) e Certaldo (Fi).  

I numeri in Italia

Il rapporto - che fa una lista dei migliori Comuni nella gestione dei rifiuti, guardando in particolare alla minor quantità di indifferrenziata da smaltire - racconta di un Paese che ha nel Nord il 67,9% dei centri virtuosi (in calo rispetto al 73,1% del 2020, e al 77% del 2019). Aumentano i Comuni al Sud che rappresentano il 26% (nel 2020 erano al 20,4%, nel 2019 al 15,3%); i Comuni al Centro sono appena il 6,1%, in calo rispetto ai due anni precedenti (6,5% nel 2020, 7,7% nel 2019). I dati sono stati presentati all'interno dei lavori del secondo giorno dell'EcoForum, organizzato da Legambiente, La Nuova Ecologia e Kyoto Club.

I dati del Trentino

Se in termini assoluti in Trentino-Alto Adige calano i comuni rifiuti free (18 in meno nel 2021 rispetto al 2020), la regione resta ai vertici per la percentuale di enti locali virtuosi: in tutto 60 comuni, cioè il 21,3% del totale della regione. In questa graduatoria fanno meglio solo Veneto (162 comuni), e Lombardia (91 comuni).

"I risultati di 'Comuni ricicloni 2021' - osserva il presidente di Legambiente, Stefano Ciafani - ci confermano come il passaggio da un'economia di tipo lineare a una di tipo circolare da Nord a Sud sia possibile, a partire dal lavoro di amministrazioni virtuose e sindaci attenti: è chiaro che, oltre all'impegno dei Comuni sulla raccolta differenziata, servono però altri interventi incisivi, come l'applicazione della tariffazione puntuale, in nome del principio 'chi inquina paga', e la realizzazione degli impianti di riciclo e riuso, a partire dal Meridione, senza i quali l'economia circolare non esiste. Ancora, occorre una nuova norma nazionale per tartassare economicamente lo smaltimento dei rifiuti in discarica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comuni ricicloni 2021, Trento tra i 4 capoluoghi "rifiuti free"

TrentoToday è in caricamento