rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Scuola

Un mese al rientro a scuola. Il calendario e le feste in programma

La novità per il prossimo anno scolastico è costituita dalla previsione, per il primo e il secondo ciclo di istruzione, di una settimana per le vacanze di Carnevale nei giorni compresi tra giovedì 8 febbraio e martedì 13 febbraio 2024

Manca un mese al rientro tra i banchi di scuola. Già perchè la data da cerchiare in rosso è quella di lunedì 11 settembre. La Giunta provinciale ha infatto approvato da settimane il calendario scolastico del prossimo anno. Nelle istituzioni scolastiche trentine le lezioni avranno inizio lunedì 11 settembre 2023 e si concluderanno martedì 11 giugno 2024, mentre per le scuole dell’infanzia le attività didattiche inizieranno lunedì 4 settembre 2023 e termineranno mercoledì 31 luglio 2024. Le attività didattiche delle istituzioni formative provinciali e paritarie avranno inizio lunedì 11 settembre 2023; alle stesse spetterà la determinazione dell’organizzazione temporale delle lezioni, comprese le sospensioni dell’attività didattica. La novità per il prossimo anno scolastico è costituita dalla previsione, per il primo e il secondo ciclo di istruzione, di una settimana per le vacanze di Carnevale nei giorni compresi tra giovedì 8 febbraio e martedì 13 febbraio 2024.

Inizio delle lezioni lunedì 11 settembre 2023. Tale data deve, necessariamente, essere rispettata da tutte le istituzioni scolastiche. Termine delle lezioni martedì 11 giugno 2024. I periodi di sospensione dell’attività didattica sono i seguenti:

- tutte le domeniche;

- mercoledì 1 novembre 2023 (Festa di Ognissanti);

- venerdì 8 dicembre e sabato 9 dicembre 2023 (Ponte dell’Immacolata);

- da sabato 23 dicembre 2023 a sabato 6 gennaio 2024 (vacanze di Natale);

- da giovedì 8 febbraio a martedì 13 febbraio 2024 (vacanze di Carnevale);

- da giovedì 28 marzo a martedì 2 aprile 2024 (vacanze di Pasqua);

- giovedì 25 aprile 2024 (Anniversario della Liberazione);

- mercoledì 1 maggio 2024 (Festa dei lavoratori).

Rimangono nella disponibilità di ciascuna istituzione scolastica 2 giorni per ulteriori festività. 

Per le realtà scolastiche con programmazione didattica articolata su cinque giorni settimanali, sono compresi nell’elencazione di cui sopra anche tutti i sabati.

Relativamente ai percorsi di istruzione del secondo ciclo articolati su quattro anni di corso, la data di inizio delle lezioni è definita dalle istituzioni scolastiche interessate, previo accordo con la struttura provinciale competente. 

Scuole dell’infanzia 

Per le scuole dell’infanzia le attività didattiche per l’anno scolastico 2023/2024 iniziano lunedì 4 settembre 2023 e terminano mercoledì 31 luglio 2024.

I giorni ed i periodi di sospensione dell’attività didattica sono i seguenti:

- tutti i sabati e le domeniche;

- mercoledì 1 novembre 2023 (Festa di Ognissanti);

- venerdì 8 dicembre (Festa dell’Immacolata);

- da lunedì 25 dicembre 2023 a venerdì 5 gennaio 2024 (vacanze di Natale);

lunedì 12 febbraio e martedì 13 febbraio 2024 (vacanze di Carnevale);

- da giovedì 28 marzo a martedì 2 aprile 2024 (vacanze di Pasqua);

- giovedì 25 aprile 2024 (Anniversario della Liberazione);

- mercoledì 1 maggio 2024 (Festa dei lavoratori);

- giovedì 15 agosto 2024 (Festa dell’Assunzione), per le scuole a calendario speciale/turistico. 

Viene inoltre riconosciuta come giornata festiva la festa del Santo patrono del luogo in cui è ubicata la scuola. 

Istruzione e formazione professionale 

Le lezioni dei percorsi di istruzione e formazione professionale realizzate presso le istituzioni formative provinciali e paritarie iniziano, obbligatoriamente, lunedì 11 settembre 2023, ad esclusione dei percorsi di quarto anno successivi al conseguimento della qualifica professionale la cui data di inizio, in ragione delle specificità dei percorsi formativi anche in alternanza scuola-lavoro, può essere fissata diversamente.

Le istituzioni formative provinciali e paritarie provvedono alla determinazione dell’organizzazione temporale delle lezioni, comprese le sospensioni dell’attività didattica, nel rispetto della durata corsuale e degli ordinamenti didattici previsti per i percorsi di istruzione e formazione professionale (triennali, quadriennali, del quarto anno e del corso annuale per l’esame di Stato).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un mese al rientro a scuola. Il calendario e le feste in programma

TrentoToday è in caricamento