Musica Riva Festival per la pace , due settimane di musica

Suoneranno per la prima volta insieme il 22 luglio, sul palco della Rocca, in occasione del concerto di apertura del festival, i musicisti della Bosnia Erzegovina che formano la nuovissima Orchestra della Pace, novità di Musica Riva Festival. La cui 34ª edizione si svolge a Riva del Garda dal 22 luglio al 3 agosto, come sempre con la direzione artistica di Mietta Sighele: un appuntamento musicale di rilievo internazionale che propone una serie di corsi di perfezionamento musicale di altissimo livello tenuti da docenti di chiara fama, e parallelamente offre una rassegna concertistica in cui si esibiscono gli stessi docenti assieme a giovani musicisti vincitori dei più grandi concorsi musicali del mondo. Fiore all’occhiello della manifestazione è il corso di direzione d’orchestra tenuto dal celebre maestro Isaac Karabtchevsky.

L'Orchestra della Pace è composta da musicisti provenienti da culture e religioni diverse, figli di un conflitto che ha visto i loro padri schierati l’uno contro l’altro in una guerra che ha sconvolto i Balcani negli anni Novanta. Mussulmani e cristiani, serbi e croati, tutti uniti dalla stessa musica che supera i conflitti e abbatte le barriere. Solo qualche tempo fa si leggeva sui quotidiani di un inasprimento della situazione nei Balcani, a distanza di oltre vent’anni, e oggi grazie a Musica Riva Festival si uniscono gli strumenti e i cuori in un unico grande messaggio di pace, quello che solo la musica sa dare. Un grande sforzo internazionale che non ha precedenti, e che si realizza grazie all’impegno di più persone con l’unico scopo di lasciare che sia la musica e non la violenza a parlare.
Davvero d'eccezione la proposta musicale, in particolare la presenza di un giovane, quotatissimo violinista russo, Yury Revich, che suonerà uno Stradivari “Principessa Aurora” del 1709, messo a disposizione per lui dalla Goh Family Foundation di Singapore. Revich a soli venticinque anni ha già suonato in importanti sale da concerto dalla Scala di Milano, a Berlino, Vienna e Mosca e sarà a Riva del Garda per la prima volta per il concerto del 22 luglio. Il quale sarà davvero un grande evento musicale, in cui l’Orchestra della Pace, diretta dal maestro brasiliano Isaac Karabtchevsky, proporrà un omaggio a Tchaikovsky.
L’idea dell’Orchestra della Pace nasce dall’unione di intenti tra la direttrice di Musica Riva Festival, Mietta Sighele, e l’ambasciatore italiano a Sarajevo, Nicola Minasi, che ha sostenuto fortemente il progetto e presenzierà al concerto. L’intento è proporre una serata di musica di alto livello, così da portare un messaggio di pace e di condivisione che solo la musica è capace di trasmettere. Una musica che contribuisce anche a superare le eredità di durissimi conflitti tra popoli fratelli. L’Orchestra della Pace creata per Musica Riva Festival sarà ospite per tutta la durata del Festival e suonerà in nome dell’amore, allontanando per sempre sentimenti come l’odio e il rancore e lo farà a Riva del Garda che sarà per una notte teatro e scenario di una pace cui tutto il mondo anela.
«La parola pace ha assunto negli ultimi anni sempre più valore – dice Mietta Sighele – e viene invocata dal Santo Padre, dai capi di Stato, dalla gente comune sconvolta da terrorismo e guerriglie. Ebbene, in questo momento storico così delicato uno strumento come la musica può nel suo piccolo creare un grande e simbolico ponte di unione fra i popoli. Con questo intento, quello di parlare il linguaggio universale della musica, nasce l’Orchestra della Pace».
Ma non sarà solo Orchestra della Pace: Musica Riva Festival da sempre crea appuntamenti musicali per tutti.

Il calendario anche quest’anno è fitto di concerti vibranti:

Domenica 23 luglio
“Canti rocciosi e altre atmosfere”, coro polifonico di Ruda

Lunedi 24 luglio
"Dusika", Danish Youth Symphony Orchestra.

Martedi 25 luglio
The wise. Suonerà a San Martino, questa giovane e promettente realtà locale, che ha partecipato a talent show della tv come XFactor. Perché Musica Riva Festival ha da sempre sostenuto i più giovani, anche trentini, sottolineando il forte legame del festival con il territorio.

Mercoledi 26 luglio
The Britten Youth String Orchestra. Un’orchestra d’archi giovanissima composta da talentuose promesse.

Giovedi 27 luglio
“In the silent of the night”, concerto evocativo tenuto da un giovane baritono vincitore dello “Zandonai”, Eung Kwang Lee, il quale torna da noi per “respirare” l’atmosfera che (dice) solo al Musica Riva Festival riesce a respirare. La sua brillante e folgorante carriera non gli ha fatto dimenticare dove è cresciuta la sua popolarità ed è felice di fare ritorno a Riva del Garda.

Venerdì 28 luglio
Euregio Wind Band, un progetto transnazionale (Austria e Italia) di prestigio e alto livello, un’orchestra di fiati composta da tre federbande (Tirolo, Alto Adige e Trentino) che nasce proprio dal progetto dell’Euregio.

Sabato 29 luglio (2 concerti)
“Alba sul Garda”; si tratta di una novità assoluta, un concerto evocativo al sorgere del sole sulle note del maestro Mauro Maur alla tromba e Françoise De Clossey al pianoforte. Le note del sole suoneranno proprio dalle 5.45 del mattino nella splendida location della spiaggia Sabbioni, ammirando il lago di Garda e ascoltando “la natura della musica” (che è da sempre il motto di Musica Riva Festival).
"Carmen": Ritorna l’Orchestra della Pace e l’occasione è la celebre opera di Bizet, che riscuote notoriamente grande interesse. Un’opera che appassiona da sempre e che quest’anno vedrà la partecipazione di due scuole di ballo locali: Scuola di danza Alto Garda e Asdl Danza e Movimento Riva del Garda.

Domenica 30 luglio (2 concerti)
Isaac Karabtchevsky presenta i giovani talenti (ossia il concerto dei giovani direttori d’orchestra). In Alto Adige lo stesso giorno invece avrà luogo l’Alpen Classica Festival.
Gala Operistico “Le prime donne”.

Lunedi 31 luglio (2 concerti)
In piazza delle Erbe (per la prima volta in questa location, nel centro di Riva del Garda) “Ggiovani talenti in concerto“.
Gala dei docenti: Paolo Taballione, Calogero Palermo, Leonardo Bartelloni. Tre grandi maestri delizieranno con la loro raffinata maestria rispettivamente al flauto, clarinetto e pianoforte.

Martedì 1 agosto
“Arte nell’arte”: il Museo Alto Garda apre al pubblico per l’occasione, Mietta Sighele presenterà i giovani talenti nella “Notte dei musei”.

Mercoledì 2 agosto
Alessandro Pozzetto & FVG Gospel Choir pop rock project. Non solo gospel, ci sarà un vasto ed eterogeneo repertorio che varia dal gospel fino alla musica leggera italiana, con un omaggio a Lucio Dalla.
Con questo concerto Musica Riva Festival offre qualcosa di estremamente nazional-popolare, coinvolgendo proprio tutti.

Giovedì 3 agosto
Il concerto di chiusura sarà della The Youth Orchestra of the Netherlands. Musica Riva Festival vuole offrire spettacoli eterogenei, concerti per tutti, non solo per gli estimatori e i cultori della musica classica. Non solo per una fascia d’età più alta, ma anche per i più giovani.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Musica classica e rock: concorso per band

    • Gratis
    • dal 2 marzo al 11 aprile 2021
    • Fondazione Caritro

I più visti

  • Torna il cineforum del San Marco

    • dal 22 settembre 2020 al 16 marzo 2021
    • Teatro San Marco
  • Caravaggio, Burri, Pasolini: la grande mostra al Mart

    • dal 9 ottobre 2020 al 5 aprile 2021
    • Mart - Museo di Arte Moderna e Contemporanea
  • Al Muse una foresta di luce, da ascoltare

    • Gratis
    • dal 18 dicembre 2020 al 31 maggio 2021
    • MUSE - Museo delle Scienze di Trento
  • Le mostre del Mart a Trento: Salvotti alla Civica, Moggioli alle Albere

    • dal 3 febbraio al 4 aprile 2021
    • Palazzo delle Albere
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TrentoToday è in caricamento