rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
L'esercitazione / Folgaria

Ricerche di persone scomparse: ecco cosa succede a Folgaria

Workshop per unità cinofile con i cani molecolari sul Monte Maggio con Ivan Schmidt, l’istruttore del caso Yara

Un fine settimana di ricerca di persone scomparse in ambienti ostili quello in arrivo in Trentino. No, non si tratta di un’operazione di qualche reparto speciale né di qualche ultim’ora di cronaca, ma di quello che accadrà sabato 21 e domenica 22 gennaio sul Monte Maggio nell’Altopiano di Folgaria, con l’esercitazione di ricerca delle persone scomparse con i cani molecolari.

L’esercitazione è organizzata dalla scuola cinofila vicentina “Lupi” con l’istruttore referente Emanuele Righetto. Sarà presente anche lo svizzero Ivan Schmidt, istruttore esperto che ha partecipato alle ricerche di uno dei casi di cronaca più celebri degli ultimi anni, quello di Yara Gambirasio. In Trentino sono attesi appartenenti ai nuclei di Protezione Civile provenienti da tutta Italia, soprattutto per l’opportunità di fare esercitazioni in ambienti “ostili” e situazioni tecniche e logistiche estreme.

“I fatti di cronaca ci insegnano che un intervento tempestivo ma anche una consolidata formazione dei partecipanti alla ricerca di persone scomparse possono cambiare gli esiti della medesima. Dobbiamo e vogliamo dare risposte alle famiglie degli scomparsi. L’obiettivo, dunque, è soprattutto legato alla resistenza fisica e psicologica dei binomi che dovranno simulazione dopo simulazione affrontare e appunto dare risposte” spiega Schmidt.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricerche di persone scomparse: ecco cosa succede a Folgaria

TrentoToday è in caricamento