menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Slot machine lontane da luoghi "sensibili": legge provinciale impugnata 32 volte

La legge prevede la possibilità per i Comuni di negare la collocazione di slot vicino a scuole e luoghi pubblici: 12 Comuni in causa per 32 ricorsi complessivi, di cui 28 al Tar di Trento, 2 al Tar del Lazio e 2 al Presidente della Repubblica

La norma provinciale che prevede una distanza minima da scuole e punti "sensibili" per l'installazione di slot machine e video poker è stata impugnata 32 volte in circa un anno e mezzo. La legge in questione è la numero 9 del 2000, modificata però nel 2011, un provvedimento che ha previsto la possibilità per i Comuni di negare la collocazione di nuove macchine per il gioco d’azzardo in relazione alla vicinanza con luoghi di ritrovo giovanile o a problemi per la sicurezza o per la quiete pubblica. Di recente si segnala una sentenza del Tar di Trento favorevole alla Provincia. I dati del contenzioso raccontanto di 12 Comuni in causa per 32 ricorsi complessivi, di cui 28 al Tar di Trento, 2 al Tar del Lazio e 2 al Presidente della Repubblica. La curiosità emerge dalla risposta data dal presidente della Provincia Alberto Pacher ad una interrogazione di Giorgio Leonardi del Pdl.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento