rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca

Veronica stroncata da un malore improvviso a 29 anni: lascia una bimba di 11 mesi

Si è sentita male mentre si trovava in casa

Lutto per la comunità di Clusone per la morte di Veronica Pegurri, una ragazza di 29 anni. La giovane donna è deceduta mercoledì 18 gennaio, a causa di un malore improvviso. La tragedia è avvenuta mentre la 29enne si trovava nella sua casa di Villa Carcina in provincia di Brescia, dove si era trasferita da qualche anno. La giovane conviveva con un problema cardiaco, che però aveva sempre tenuto sotto controllo. Viveva insieme al suo compagno Luca e alla loro figlioletta di soli 11 mesi: una coppia innamorata che il prossimo aprile avrebbe dovuto sposarsi.

La morte improvvisa di Veronica ha sconvolto l'intera comunità: i funerali della ragazza si terranno nella mattina di domani, sabato 21 gennaio, nella basilica del paese. Intanto sui social sono molti i messaggi di cordoglio scritti da amici e conoscenti della 29enne. Particolarmente toccante quello del professor Roberto Palumbo, che era stato insegnante di Veronica quando frequentava il liceo scientifico: "Addio, cara Peggy. Ti chiamavo così quando, all’età di 14 anni, frequentavi la 1c del Liceo Fantoni di Clusone. Eri cordiale educata e solare, qualità che hai continuato ad avere e a dimostrare anche quando ormai non eri più la piccola Pegurri, ma affrontavi con eleganza e forza di volontà la vita che speravi lunga e piena di soddisfazioni. Ci siamo incontrati diverse volte in questi anni. La tua simpatia e la tua spontaneità ti facevano superare, come tu stessi ammettevi, quella distanza nei confronti di quell’insegnante di Liceo che ti voleva ancora bene, ma che a volte avevi odiato per colpa della Geografia. Mi davi tranquillamente del tu e mi abbracciavi con affetto, chiamandomi scherzosamente Roby, mentre divertita e con quegli occhi carichi di luce ricordavi qualche episodio della vita al liceo".

"Ieri - conclude il post - un male improvviso, purtroppo, ti ha strappato agli affetti di tutti noi che, nell’apprendere increduli la tragica notizia, oggi non possiamo fare altro che balbettare qualche parola. Che rischia anche di essere superflua. Addio, Veronica. Ci piace immaginare che ora tu sia abbracciata alla tua mamma. E il vostro abbraccio in una dimensione non più terrena diventa per noi motivo di conforto. Riposa in pace, piccola Peggy, e dal cielo guarda con quegli occhi pieni di luce il tuo prof".

Fonte: Today

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veronica stroncata da un malore improvviso a 29 anni: lascia una bimba di 11 mesi

TrentoToday è in caricamento