rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Piazza Dante Aligheri

Vacanza annullata per i tumulti in Egitto, ma niente rimborso: interviene l'Antitrust

L'Antitrust ha aperto un'istruttoria nei confronti di alcuni tour operator italiani che l'anno scorso non rimborsarono una decina di trentini che avrebbero dovuto recarsi in Egitto. La meta era però sconsigliata dalla Farnesina, a causa delle sanguinose sommosse al Cairo, ed i viaggiatori non partirono

E' partito dalla segnalazione di dieci trentini il provvedimento dell'Antitrust nei confronti di alcuni tour operator nazionali. Lo sportello consumatori di Trento contesta una violazione del diritto di rimborso per una vacanza annullata a causa del divieto per cittadini italiani di recarsi in Egitto, meta della vacanza, disposto dalla Farnesina lo scorso 16 agosto per le sommosse seguite alle elezioni. Il provvedimento del Ministero degli Esteri venne immediatamente segnalato da Federconsumatori come lesivo dei diritti dei viaggiatori: in quei giorni si trovavano in Egitto circa 19mila italiani. Ad un anno di distanza l'autorità garante della concorrenza ha quindi aperto un'istruttoria. I tour operator coinvolti, riferisce il CRTCU, sono Alpitour, Veratour, Going con Bluvacanze, Eden Viaggi, Phone&Go, Swantour, Marevero, Settemari, I Viaggi di Atlantide, I Viaggi del Turchese, Brixia Tour Operator, Amico Tour Resort Travel.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vacanza annullata per i tumulti in Egitto, ma niente rimborso: interviene l'Antitrust

TrentoToday è in caricamento