Cronaca

Trento, due vetrine spaccate nella notte. Il proprietario del bar: «non ci facciamo scoraggiare, riapriamo stasera»

Sul posto è intervenuta la Polizia scientifica per i dovuti rilievi. Verranno esaminate anche le immagini della videosorveglianza

La vetrina del bar sfondata

Due le vetrine spaccate nella notte nel centro storico di Trento. Nel mirino del malvivente, nella notte tra giovedì 3 e venerdì 4 giugno, il bar Posta e la farmacia Santa Chiara. I due colpi, che pare possano essere collegati, si sarebbero verificati nell’arco di poche ore l’uno dall’altro. Come spesso accade, però, sono più i danni subiti che il valore del furto. 

La persona che ha sfondato la vetrina del bar si è anche ferita a una mano e ha perso sangue all'interno del locale. Qui, oltre a prendere pochi euro dalla cassa, ha sottratto e bevuto una bevanda. «Contiamo di riaprire questa sera, non ci facciamo scoraggiare da certi atti» ha affermato il proprietario del locale. 

In farmacia, invece, la persona che ha spaccato la vetrina, ora sostituita con un pannello in plexiglass, non sarebbe entrata.  Sul posto è intervenuta la Polizia scientifica per i dovuti rilievi. In zona sono presenti anche le videocamere di sorveglianza che permetteranno agli inquirenti di acquisire maggiori elementi su quanto accaduto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trento, due vetrine spaccate nella notte. Il proprietario del bar: «non ci facciamo scoraggiare, riapriamo stasera»

TrentoToday è in caricamento