rotate-mobile
In città

Spaccio nel quartiere Ghiaie: denunce ed espulsioni

Un'attività partita da segnalazioni per un "anomalo andirivieni" ha portato a sequestri, denunce ed espulsioni

Un anomalo “andirivieni” di persone, anche giovani, in località Ghiaie. Tanto è bastato a far insospettire la Questura di Trento da far scattare alcuni controlli che, nel pomeriggio di giovedì 2 febbraio, hanno portato alla denuncia di quattro persone, due delle quali sono state espulse dal territorio, oltre al sequestro di droga e contanti.

I controlli sono stati predisposti unendo più forze: gli agenti della Squadra Mobile e quelli della Squadra Volanti di Trento, affiancati dai colleghi del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia e da un’unità cinofila della Questura di Padova.

Gli agenti sono arrivati sul posto grazie a segnalazioni di movimenti ritenuti “anomali” di cittadini e di giovani, che spesso sono stati visti aggirarsi nei dintorni dell’edificio con “fare guardingo”, soprattutto in orari serali e notturni.

A dare sostanza a quelle segnalazioni è stata la perquisizione degli agenti che ha consentito di sorprendere, all’interno dell’appartamento quattro uomini in possesso di 107 grammi di hashish, 27 grammi di cocaina, oltre a  2.565 euro in contanti e diverso materiale, che secondo gli inquirenti veniva utilizzato per il confezionamento della droga.

I quattro uomini sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso tra loro. Due di loro sono stati espulsi dal territorio nazionale con provvedimento del Questore di Trento, Maurizio Improta visto il loro “status d'irregolari” e condotti al centro di permanenza per i rimpatri di Gradisca.

Questi controlli del territorio hanno permesso, inoltre, d'identificare un uomo con a proprio carico precedenti specifici per stupefacenti che secondo quanto appurato dagli agenti, si era reso responsabile di aver eluso un controllo nei giorni precedenti. Lo stesso è stato trovato in possesso di 270 euro in contanti, che sono stati sequestrati perché ritenuti “provento di spaccio” dagli inquirenti. A questa persona è stata inoltre applicata la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio dal Comune di Trento, per la durata di 3 anni.

I controlli non sono però finiti qui giovedì. Nel pomeriggio sono stati infatti sottoposti a controllo due esercizi commerciali del centro cittadino, a seguito dei quali sono state evidenziate e segnalate alcune irregolarità di carattere amministrativo e all’interno dei quali sono stati identificati 33 clienti, di cui 14 persone con precedenti di polizia.

Ultime notizie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio nel quartiere Ghiaie: denunce ed espulsioni

TrentoToday è in caricamento