rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
In città

Furti nei negozi, rapina e droga: 35 persone denunciate in pochi giorni

Intensa l'attività della Squadra Volanti in questi ultimi giorni di novembre

Pioggia di denunce a Trento, negli ultimi giorni di novembre, da parte della Questura. Sono Trentacinque le persone che sono state denunciate per diversi reati e due etti circa, le sostanze sequestrate tra hashish, marjuana e cocaina.

Tutte persone fermate grazie all’attività di contrasto e prevenzione dei reati e di ogni forma di illegalità condotta della Polizia di Stato sul territorio di questa provincia e voluta dal questore Maurizio Improta.

Cos'è successo 

In particolare, tra le persone denunciate all’Autorità giudiziaria, otto sono stati ritenuti presunti responsabili del reato di furto perpetrato ai danni di diversi esercizi commerciali del centro città. Tutti sono stati identificati grazie alla preziosa attività d’indagine condotta da personale della Squadra Volanti.

Il primo intervento ha permesso di rintracciare e fermare due persone che, dopo avere sottratto illegalmente e nascosto alcuni generi alimentari all’interno delle proprie borse, avevano fatto perdere le loro tracce. Chiesto l’intervento della polizia attraverso la sala operativa, le pattuglie che erano impiegate nel controllo del territorio hanno deciso di ripercorrere le probabili strade in cui i due fuggitivi potevano aver preso. I due sono stati individuati e fermati in pochissimo tempo in una delle strade del centro storico.

Dopo la perquisizione personale gli agenti hanno ritrovato la merce illegalmente sottratta. Gli accertamenti si sono estesi anche all’appartamento dove una di queste persone vive. Qui gli agenti della Squadra Volanti hanno trovato 105 chilogrammi di rame e denunciato la persona per ricettazione.

Nelle stesse ore, gli agenti della questura trentina hanno arrestato sei persone, quattro delle quali accusate del reato di rapina consumata in centro a Trento e le altre due per furto.

Nel dettaglio, sulle rapine è emerso che tre minori si sono resi responsabili dei fatti ai danni di un coetaneo in via del Pozzo, costringendolo con la forza a consegnare loro delle scarpe che indossava. I tre ragazzini sono stati subito arrestati grazie all’intervento della Volante della Questura di Trento, allertata da un passante.

Un’altra persona, invece, è stata arrestata dopo essersi introdotta in una banca e aver chiesto l’incasso, fingendo anche di avere un’arma.  Quanto ai furti, invece, sono stati commessi all’interno di esercizi commerciali dove gli autori sottraevano la merce e non la pagavano, ma sono stati subito fermati mentre si davano alla fuga.

“Ancora una volta – specificano dalla Questura - l’obiettivo raggiunto è stato quello di innalzare il livello di percezione della sicurezza dei cittadini mediante la presenza costante e capillare di personale della Questura di Trento impiegato nei servizi di controllo del territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti nei negozi, rapina e droga: 35 persone denunciate in pochi giorni

TrentoToday è in caricamento