menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ticket da 200 euro per chi viene trovato in stato di ebbrezza

Lo ha deciso la Provincia: il ticket verrà pagato da persone con un tasso di alcolemia superiore a 1,5 milligrammi per litro il cui accesso al Pronto Soccorso è avvenuto in seguito all'accertamento dello stato di ebbrezza

Chi viene trasportato in ambulanza dopo essere risultato positivo all'alcol test pagherà un ticket pari a 200 euro per il trasporto in ambulanza. Lo ha deciso la giunta provinciale con una deliberazione in cui sono stati stabiliti anche gli auemtni tarriffari per le prestazioni sanitarie. Il ticket verrà pagato da persone con un tasso di alcolemia superiore a 1,5 milligrammi per litro il cui accesso al Pronto Soccorso è avvenuto in seguito all'accertamento dello stato di ebbrezza.

La deliberazione della giunta applica quanto previsto dall'articolo 5 della legge provinciale numero 19 del 2010, "Tutela dei minori dalle conseguenze legate al consumo di bevande alcoliche", in materia di compartecipazione alla spesa. Ha spiegato l'assessore alla salute Ugo Rossi: "Sappiamo che in Trentino quasi un quarto della popolazione fra i 18 e i 69 anni ha un consumo di alcol considerato a rischio, per questo è indispensabile promuovere modelli di comportamento e stili di vita che rispettino la salute e la sicurezza, sopratutto a partire dalle fasce più giovani, verso le quali dobbiamo cercare di scommettere sull'educazione e sulla prevenzione, più che sui divieti".
 
L'esecutivo provinciale, con il provvedimento, ha poi modificato le tariffe relative alle prestazioni di trasporto sanitario erogate dall'Apss, ferme dal 2008, per aggiornarle all'inflazione e agli incrementi dovuti al personale, al carburante e agli ammortamenti. Si tratta delli oneri per il personale di bordo delle ambulanze, per ogni ora di utilizzo, comprensiva del tempo di andata e ritorno: per l'operatore tecnico - autista si passa da 24 euro a 26; per l'infermiere professionale da 28 euro a 31; per il medico da 76 euro a 83.Oneri per l'utilizzo del mezzo di trasporto, con tariffa unitaria al chilometro: per l'attività di trasporto si passa da 1,05 euro al km a 1,25; per l'attività di urgenza - emergenza da 1,20 euro al km a 1,40. Il diritto fisso per i servizi resi dalla Centrale operativa 118, a forfait per ogni intervento, viene aumentato da 20,30 euro a 23.
 
Le nuove tariffe entreranno in vigore dal 1° maggio 2012, essi si applicano a soggetti non aventi titolo all'erogazione delle prestazioni da parte del Servizio sanitario nazionale.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento