Riduzione dei dipendenti provinciali: 200 in meno su 4000

"Sforbiciata" sul personale provinciale: a fine 2016 si arriverà a 208 dipendenti in meno. E' quanto ha annunciato la Giunta, anche in vista del rinnovo del contratto

Taglio di 134 unità sui quasi quattromila dipendenti (3.952 per la precisione) che lavorano nelle strutture della Provincia. La decisione è stata comunicata oggi durante la conferenza stampa di Giunta. "Proseguiremo sulla strada per un'amministrazione pubblica sempre più snella ed efficiente - ha detto il presidente Ugo Rossi - in coerenza con i contenuti delle direttive che abbiamo appena dato ad Apran in vista del rinnovo contrattuale".

Si tratta solamente di una prima fase, alla quale seguirà una seconnda riduzione per un numero complessivo di 208 unità  di personale entro fine 2016. La riduzione operata con la decisione odierna, riguarda nel dettaglio 126 unità della dotazione di personale che presta servizio presso le strutture provinciali e 8 unità del personale messo a disposizione di ITEA. A fronte delle riduzioni, ha specificato Rossi questa mattina, ci sarano anche bandi per l'assunzione di giovani, oltre ai ppremi di produttività già annunciati in vista del nuovo contratto. 

Potrebbe interessarti

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Orso M49, Fugatti firma una nuova ordinanza: "Sì all'abbattimento in caso di grave pericolo"

  • Sciopero generale dei trasporti il 24 luglio: tutte le info

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

  • Orso M49: la Provincia pubblica, cinque giorni dopo, il video della cattura

  • In montagna senza smartphone: il rifugio è gratis

  • Si tuffa nel lago e sviene: è la "sincope da immersione", recuperato dai Vigili del Fuoco a nuoto

Torna su
TrentoToday è in caricamento