Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Diciottenne inventa un pestaggio e cerca i testimoni su Facebook

Si era bruciato con delle sigarette per una bravata con gli amici, ma ai genitori ha raccontato di essere stato picchiato e ha cercato i testimoni di un crimine mai avvenuto sul social network: è stato denunciato per simulazione di reato

Aveva simulato un pestaggio per giustificare alcune bruciature di sigaretta che si era fatto assieme ad alcuni amici. Poi, visto che raccontare ai genitori una mossa così geniale non era molto consigliabile, un 18enne altoatesino ha deciso in inventarsi "i cattivi": cioè di essere stato aggredito e pestato da un gruppetto di albanesi. Ma gli servivano i testimoni, così li ha cercati su Facebook. La cosa, però, si è ben presto rivelata per quello che era, una bufala, così la procura di Bolzano ha aperto un fascicolo a carico del giovane, che vive a Caldaro, con le accuse di procurato allarme e simulazione di reato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diciottenne inventa un pestaggio e cerca i testimoni su Facebook

TrentoToday è in caricamento