menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Musica troppo alta: chiude l'Elysee discoclub

"Vogliamo chiarezza" dice il titolare della discoteca di Trento aperta tre mesi fa e già oggetto di un'ordinanza che impone lo stop della musica alle 24. "Ci siamo proposti per effettuare misurazioni nelle case a spese nostre ma i condomini si sono rifiutati, il Comune le ha fatte con soldi pubblici e ora ci vuole far chiudere prima ancora di poterci mettere in regola"

Un altro locale di Trento sanzionato per il rumore, questa volta però non si tratta delle "chiacchiere" in strada dei clienti fuori dal locale ma della musica del locale stesso, nel caso in questione l'Elysee, discoteca al piano interrato di una palazzina di piazza Venezia a Trento, aperta da meno di tre mesi. "Siamo i primi a volerci mettere in regola ma non ce lo lasciano fare, il Comune sta sempre dalla stessa parte" spiega, più infuriato che amareggiato, Flavio Rizzo, il titolare del locale. "Ancora prima di aprire ci siamo proposti ai condomini per effettuare le misurazioni acustiche con tecnici nominati da loro e pagando di tasca nostra ma molti si sono opposti, siamo riusciti a farle solamente in tre appartamenti". Qual'è stato i risultato? "La legge prevede un massimo di 25 decibel e noi siamo fuori di 1,5; abbiamo anche speso soldi per comprare due limitatori che sono pronti per essere usati". Poi cos'è successo? "Abbiamo segnalato questo rifiuto da parte dei condomini al tribunale che ha convocato un'udienza per il 28 febbraio prossimo: un'inquilino, vedendosi convocato in Tribunale, si è rivolto al Comune ottenendo in un attimo le misurazioni, fatte con soldi pubblici, quando noi avevamo comunicato la piena disponibilità a pagarle di tasca nostra, questa è la cosa più assurda".

Misurazioni che hanno fatto scattare il divieto di mettere musica dopo la mezzanotte: "Ci hanno puniti prima ancora di darci la possibilità di metterci in regola e questo è ingiusto, frutto di una mentalità secondo cui tutti i discotecari sono dei delinquenti e invece siamo solo degli imprenditori che vogliono lavorare, il Comune dovrebbe fare da mediatore e non prendere una posizione a priori". Questa sera non ci sarà musica all'Elysee: "Sarebbe assurdo per noi che apriamo alle 22 dover spegnere le casse a mezzanotte". Si terrà invece una conferenza stampa all'orario di chiusura: il locale, se da un lato ha annunciato la chiusura dei battenti suscitando la reazione dei giovani che hanno pubblicato su facebook il "necrologio" della movida trentina (vedi foto sotto), dall'altro promette battaglia sulla questione: "Vogliamo fare chiarezza a tutti i costi - spiega Rizzo - qualcuno ci deve spiegare perchè il Comune ha speso soldi pubblici per fare una cosa che noi avremmo voluto fare dall'inizio: questo è un abuso di potere, vogliono crearci un danno e farci chiudere quando invece abbiamo mostrato la disponibilità totale a metterci in regola". 1601592_634157189965328_940853479_n-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La bozza del decreto riaperture: le nuove regole fino al 31 luglio

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Attualità

Cosa cambia dal 26 aprile

Attualità

Tutti i canti popolari del Trentino disponibili online

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Viadotto dei Crozi, nuova viabilità di cantiere dal primo maggio

  • Attualità

    Coronavirus, le regole del week end

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento